IPhone 8 e 8 Plus danno già i primi problemi

La "diagnosi" è praticamente sempre la stessa: gli smartphone si sono rotti nelle ore successive all'acquisto, presumibilmente con la prima ricarica, effettuata peraltro con gli accessori dati in dotazione dalla stessa Apple (non parliamo quindi di esplosioni dovute a strane manomissioni da parte degli acquirenti). Nel momento in cui sono stati messi in carica, un anomalo surriscaldamento ha "gonfiato" la batteria tanto da provocare il distaccamento dello schermo dalla scocca posteriore.

Nonostante il tweet in questione non menziona che cosa stia ritardando la produzione del melafonino del decimo anniversario, afferma che più del 90% degli iPhone X non sono ancora pronti per essere spediti. Questa autonomia superiore di iPhone 8 Plus è dovuta grazie alla migliore efficienza energetica del processore Apple A11 Bionic, al rinnovato sistema di gestione di alimentazione di Apple e alla elevata ottimizzazione hardware e software. Per ridurre questi lunghi tempi di attesa si potrebbe acquistare un alimentatore più potente di Apple o di un altro costruttore con USB-C Power Delivery.

Cosa fare se la batteria dello smartphone inizia a gonfiarsi? A questo punto bisogna contattare il servizio assistenza del produttore. Il grande problema si chiama telecamera TrueDepth, dato che i fornitori non riescono a produrre un numero sufficiente di sensori 3D secondo gli standard richiesti da Apple.

Passati pochi minuti dall'inizio della ricarica, la proprietaria del telefono ha notato un rigonfiamento del pannello anteriore. Ma sono comunque pochi, dicevamo, i casi di utenti che hanno riscontrato il problema.

Tutti e quattro i casi riguardano iPhone 8 Plus e, fortunatamente, non hanno generato episodi di combustione.


Popolare

COLLEGARE