Guarda Sky senza pagare: multato e condannato a 4 mesi

Riportiamo spesso su queste pagine le operazioni di smantellamento di centrali pirata sparse sul territorio, centrali la cui attività consiste nel decodificare il segnale criptato delle Pay TV (Sky e Mediaset in primis) e ritrasmetterlo via Internet verso decine e decine di clienti, ma quasi mai affrontiamo la spinosa questione dell'utente finale che accede a contenuti Pay senza un regolare abbonamento. Da oggi chi guarda i canali Sky senza pagare rischia carcere e multa.

La terza sezione penale della Cassazione, scrive il Giornale di Sicilia, ha dichiarato inammissibile il ricorso dell'imputato, confermando la sentenza di condanna emessa nei suoi confronti nel 2016 dalla Corte d'appello palermitana. L'uomo utilizzava il sistema di card sharing che gli permetteva di acquistare i codici necessari per vedere i programmi criptati.

LA CONDANNA - L'uomo è stato condannato "per aver installato un apparecchio con decoder regolarmente alimentato alla rete Lan domestica e Internet collegato con apparato tv e connessione all'impianto satellitare, rendendo così visibili i canali televisivi del gruppo Sky Italia in assenza della relativa smart card". Come sottolineato però dalla Cassazione questo era stato depenalizzato nel 2000 per poi riassumere rilevanza penale nel 2003, tornado ad essere un reato in seguito a un decreto legislativo.

L'uomo si doleva inoltre del fatto che i giudici non avevano tenuto conto della sua versione dei fatti, giacché lo stesso aveva acquistato i codici di decodifica sul web.


Popolare

COLLEGARE