Crisi Milan: Summit tra Montella, Fassone e Mirabelli

Quando accade qualcosa che non ci piace nella vita non ha senso incolpare gli altri... ognuno è responsabile di ciò che gli accade ed io lo sono per quello che è successo. I motivi delle sconfitte contro Lazio e Sampdoria?

E questa à la cronaca della giornata a casa-Milan, al termine della quale dalla stanza dei bottoni non sono emerse novità sconvolgenti, ma solo la voglia di voltare subito pagina e preparare l'Evento-derby come si deve.

La Roma di Eusebio Di Francesco sembrava essersi ripresa dopo una partenza a rilento in campionato e l'inizio partita contro il Quarabag aveva mostrato una squadra unita e carismatica. Le urgenze sono tante: la prima, quella del nuovo preparatore atletico, potrebbe essere risolta già giovedì.

Ora che Ancelotti, vincitore della Champions da allenatore dei rossoneri 2003 e nel 2007, è nuovamente libero, ci sono margini per un ritorno di fiamma.

Per lunghi tratti, come detto anche da Montella che ha definito questa la miglior partita, le due squadre sembravano giocare ad armi pari, il Milan riusciva a tener testa agli ai romanisti almeno sul piano dell'intensità. Un ritorno del Carletto nazionale sulla panchina del Milan sarebbe però poco probabile, in quanto dubitiamo che un allenatore come lui decida di prendere una squadra in corsa. Detto questo - ha proseguito Montella - mi è piaciuto molto lo spirito che ci abbiamo messo nel finale, l'orgoglio che ci ha portati al 3-2. Anche se non sono da escludere nomi a sorpresa.

Il Milan di Vincenzo Montella si ripresenta a San Siro dopo la vittoria di giovedì in Europa League contro lo Rjieka, un po' sofferta negli ultimi minuti grazie ad una distrazione della difesa rossonera, ma per fortuna i rossoneri - grazie al gol di Cutrone in pieno recupero - sono riusciti a rimediare alla difficile situazione, portando a casa la vittoria che per un momento sembrava svanita.

MILAN (3-5-2): Donnarumma G.; Musacchio, Bonucci, Romagnoli; Abate, Kessié, Biglia, Bonaventura, Rodriguez R.; André Silva, Kalinic.


Popolare

COLLEGARE