Crescono gli incidenti sul lavoro, ma in Calabria il dato rimane stabile

"Da quattro anni - rimarca Eugenio Battistini, Responsabile dell'Area Categorie e Mercato di Confartigianato Cesena - abbiamo siglato un'intesa con Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl di Cesena per rafforzare la collaborazione con le imprese, finalizzata a favorire la prevenzione nei luoghi di lavoro, il rispetto della legalità ed una competizione leale tra le imprese del territorio e l'incontro è la prosecuzione di un percorso che stando frutti".

A introdurre la manifestazione il vicesindaco di Luino Alessandro Casali: "Oggi ricordiamo la giornata nazionale promossa dall'ANMIL, un'importante celebrazione in cui il varesotto si ritrova per ricordare tutti coloro che hanno subito infortuni sul lavoro". Perché si muore ancora, sul posto di lavoro.

Dopo la S. Messa officiata dal Parroco Don Anselmo Mazzer che ha avuto parole di conforto e comprensione verso gli infortunati e le famiglie che hanno perso un proprio caro nell'adempimento del proprio lavoro e la lettura della preghiera dell'invalido da parte della Consigliera Debora Spagnuolo, si è svolto un lungo corteo con in testa la banda musicale Gabriele De Iulis di Pontinia, che si è snodato per le vie cittadine fino al Monumento ai Caduti in Piazza del Quadrato dove è stata deposta una corona di alloro in memoria delle Vittime degli incidenti sul lavoro. Lo scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al Presidente dell'Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del lavoro, Franco Bettoni. Nel corso della mattinata si discuterà.

"Domani, domenica 8 ottobre - continua il deputato del Pd - l'Amnil celebrerà, in 106 piazze italiane, la 67^ Giornata Nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro".

Il quadro italiano: aumentano gli infortuni e gli incidenti mortali. "Registriamo un incremento dell'1,3% rispetto allo stesso periodo del 2016".

"Come già suggerito da tempo dal Parlamento europeo nonché dall'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul Lavoro - conclude il presidente del Patronato Acli - in futuro sarà sempre più necessario prevedere percorsi sulla sicurezza nei luoghi di lavoro rivolti ad una forza lavoro matura al fine di individuare e prestare assistenza nello sviluppo di politiche in questo settore".

Per quanto riguarda gli incidenti mortali nelle Marche si registra un calo di 6 unità: dai 26 morti del 2016 ai 20 del 2017; mentre nella provincia di Pesaro e Urbino vi è stato un aumento consistente nel numero di vittime del lavoro (da 4 morti nel 2016 a 11 morti - con 14 denunce - del 2017). Diventa quindi fondamentale la figura e il ruolo del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (sia esso aziendale, territoriale o di sito produttivo) per l'affermazione di una reale "prevenzione partecipata" in ogni luogo di lavoro, per far sì che ogni singolo lavoratore non sia più soggetto passivo del sistema di prevenzione ma ne diventi protagonista.

Al termine della cerimonia, la consegna di brevetti e distintivi d'onore da parte dell'Inail; ore 13, pranzo al ristorante "Valle delle Ginestre", in località Badia.


Popolare

COLLEGARE