Chievo Verona, Maran: "Esame insidioso"

Si gioca domenica 25 ottobre al Mapei Stadium, calcio d'inizio alle 15. L'ultimo successo dei padroni di casa risale alla stagione 2014/2015, quando a decidere la partita fu un calcio di rigore di Berardi. Nel girone di ritorno il Sassuolo potrebbe insomma migliorare la propria posizione, ma deve evitare di staccarsi troppo nei primi mesi del campionato e per questo avrà bisogno dei suoi big, a cominciare da Matri e Domenico Berardi.

QUI SASSUOLO - "La sosta ci è servita anche se non è stato facile lavorare a causa dei tanti infortunati e delle partenze dei giocatori per gli impegni con le Nazionali". Dovevamo meditare sull'ultima gara dove si è visto un ottimo Sassuolo nel primo tempo e che meritava un vantaggio più largo all'intervallo, mentre nella ripresa c'è stato un non Sassuolo, perché non posso credere che quelli eravamo noi. Noi dovremo essere consapevoli, concreti e molto affamati. Tra i pali Consigli; difesa a tre con Goldaniga, Acerbi, Cannavaro; Centrocampo a cinque con Lirola, Missiroli, Magnanelli, Duncan e Adjapong. La classifica del Sassuolo è bugiarda, perché è una squadra tosta e con un organico da non sottovalutare.

Abbiamo avuto tanti giocatori impegnati con le rispettive Nazionali e non siamo un club abituato a questo, ma non deve intaccare i nostri criteri di interpretazione delle gare. "Prima abbiamo un'altra sfida che ci attende, poi penseremo al derby contro il Verona".

Questa mattina il tecnico del Chievo Verona, Rolando Maran, è intervenuto in conferenza stampa per parlare del prossimo match di campionato. Bastien si candida quindi per completare la linea mediana con Castro e Radovanovic, con Birsa dietro Inglese e Pucciarelli. In mezzo invece comanda Radovanovic, la cui regia sarà protetta da Lucas Castro (reduce dalla doppietta contro la Fiorentina) e Perparim Hetemaj; Tomovic e Cacciatore sono favoriti per le fasce, in mezzo solita coppia Dainelli-Gamberini a protezione del portiere Sorrentino.


Popolare

COLLEGARE