Attentato a Marsiglia, urla "Allah Akbar": nordafricano pugnala e sgozza due donne

Un uomo, nel primo pomeriggio di oggi, ha attaccato alcuni passanti con un coltello nella stazione Saint-Charles a Marsiglia.

Le due vittime dell'assalitore della stazione di Saint-Charles avevano 17 e 20 anni, secondo quanto si apprende da fonti del sindacato di polizia Unsa-Police. Il quotidiano La Provence precisa che l'aggressore urlava "Allah Akbar" mentre assaliva le persone ferme ad un binario, prima di essere ucciso dalle forze dell'ordine.

Secondo la stampa francese, una è sarebbe stata sgozzata e l'altra pugnalata.

Il killer è stato ammazzato da due soldati di guardia che fanno parte dell'operazione anti terrorismo Sentinelle, che hanno sparato due colpi neutralizzando l'aggressore. Nelle riprese video della stazione di Marsiglia, si apprende, l'uomo appare seduto, fermo su una panchina. La Police Nationale su Twitter ha invitato i cittadini a "evitare la zona". Al momento, l'ipotesi più accreditata è quella di "omicidio a scopo terroristico, tentato omicidio di pubblico ufficiale, associazione per delinquere". Nel frattempo la stazione è stata evacuata e la società delle ferrovie francesi (Sncf) ha annunciato l'interruzione del traffico in entrata e in uscita.


Popolare

COLLEGARE