Atalanta-Bologna 1-0 | Cornelius punisce i rossoblu: vince la Dea

E' l'attaccante danese a regalare tre punti ai nerazzurri, per la gioia di Gian Piero Gasperini: "Non credo sia stata la partita della svolta, ma la vittoria contro il Bologna è stata importante - ha dichiarato l'allenatore dell'Atalanta - Il nostro avversario era davanti a noi in classifica e noi venivamo da un impegno in Europa League affrontato appena tre giorni fa".

Atalanta (4-3-2-1): Berisha 6; Masiello 6, Caldara 5.5, Palomino 6.5; Castagne 6, De Roon 6, Freuler 6, Spinazzola 6; Cristante 6 (dal 51′ Cornelius 7), Ilicic 6; Petagna 5.5 (dal 66′ Kurtic 6).

ARBITRO: Fabio Maresca (sez. di Napoli). Occasione anche per Verdi che deposita di poco a lato il mancino ed ultimo cambio per l'Atalanta con Gosens che rileva Spinazzola ma i buoi sono ormai scappati dalla stalla di Donadoni che nel finale perde anche Gonzalez per la seconda ammonizione in sei minuti. Donadoni vive sulle folate di Palacio (una, pericolosissima, viene salvata in extremis da Masiello) e risponde alla partita a scacchi passando al 3-5-2 con De Maio al posto di Di Francesco, Gasperini riequilibra la squadra inserendo Kurtic per Petagna e al 66' sfiora nuovamente il vantaggio con un'azione insistita chiusa da un destro di De Roon che esce di poco. Poco dopo è il turno di Ilicic: palla alta.

PRIMO TEMPO - L'Atalanta prende subito in mano la partita, ma la circolazione è più lenta del solito.

Bologna (4-3-3): Mirante 6; Torosidis 6 (25′ Krafth 6), Gonzalez 4.5, Helander 6, Masina 6.5; Poli 6, Pulgar 6.5, Donsah 5.5; Verdi 5.5, Palacio 6.5 (72′ Destro 5), Di Francesco 6 (59′ De Maio 6). Il primo tempo è tutto qui. Al 35° minuto Petagna si divora un gol sbagliando un tiro di sinistro da buona posizione. Al 24' problema muscolare per Torosidis, che si tocca il bicipite femorale destro. Il gol è fondamentale per regalare i 3 punti alla squadra di Gasperini: decisivo! La prima enorme occasione nasce da un cross pennellato da Castagne, che sorpassa tutti tranne il piede sinistro di Spinazzola, che calcia di prima cercando un diagonale da dentro l'area, col pallone che però si alza troppo. Sono molto contento della prestazione. All'alba di una settimana a dir poco difficile però bisognerà saper ridimensionare subito la delusione, assorbire il deficit causato dall'espulsione di Gonzalez e rialzare la testa dal turno infrasettimanale contro la Lazio.


Popolare

COLLEGARE