A Milano è ancora allarme smog

Per questo, dopo 12 giorni consecutivi di sforamento, il Comune di Brescia ha disposto l'entrata in vigore, da domani sul territorio comunale, dei provvedimenti di secondo livello previsti dall'Accordo di bacino padano.

Il limite è di 50 μg/m³ e il suo superamento sta durando da dodici giorni, nella giornata di martedì 24 ottobre scatta un'ulteriore restrizione per le auto inquinanti.

Rispetto alle misure di primo livello precedentemente attive, il divieto di circolazione viene esteso alle autovetture diesel commerciali fino alla classe emissiva Euro 4 compresa, dalle 8.30 alle 12.30.

Blocco traffico Torino e Milano, stop auto Diesel Euro 4 e 5 revocato per oggi e domani: previsioni però non migliorano lo smog.

Milano invece ha deciso di mantenere il blocco auto iniziato la scorsa settimana e che prevede l'estensione agli Euro 4 Diesel Merci: il motivo è da imputare al fatto che da mercoledì torna l'alta pressione con condizioni favorevoli all'accumulo di Pm10. Questi mezzi e vetture non possono circolare in tutta la provincia di Milano.

Inoltre, è vietato l'utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo), con prestazioni energetiche che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle (nelle misure di primo livello era la classe 3 stelle). Obbligatorio, infine, ridurre di almeno un grado centigrado le temperature negli ambienti riscaldati, fino a un massimo di 19° C nelle case, uffici, luoghi di culto, commerciali o ricreativi e di 17° C nelle sedi di attività industriali e artigianali (con esclusione degli ospedali e delle case di cura, delle scuole e dei luoghi che ospitano attività sportive).


Popolare

COLLEGARE