Vertice Tallinn. Gentiloni: Berlino spinga su crescita e lavoro

A dirlo il presidente del consiglio Paolo Gentiloni, prima del Digital Summit di Tallinn.

Siparietto divertente durante il vertice europeo di Tallin, in cui i leader Ue si sono ritrovati a discutere di digitale e soprattutto dell'introduzione di un'ipotetica Web Tax da applicare a colossi come Google e Facebook. "Credo si dovrà arrivare a una tassazione precisa" delle piattaforme online, "non per chiudere ma per aprire il mercato", ha concluso.

"Oggi ci sono alcune di queste grandi piattaforme che ci semplificano la vita e a cui non vogliamo rinunciare per niente al mondo, e che hanno volumi d'affari strepitosi nei nostri Paesi", dove però "magari hanno poche unità di dipendenti e certamente non hanno ciminiere con cui presentarsi", ha continuato il premier. "Non ci interessano tanto i modelli ma rilanciare politiche espansive", ha ribadito.

"Serve uno scatto ambizioso dell'Europa su migranti crescita e sicurezza".

Ha anche detto di sperare che "il governo che verrà costituito in Germania contribuisca alla spinta necessaria alle politiche di crescita e lavoro, con la cancelliera il livello di collaborazione è sempre positivo".

Su questo, ha ricordato il presidente del Consiglio "ci sarà su questo una discussione nei prossimi mesi, forse non facile".


Popolare

COLLEGARE