Tennis, Us Open: Federer va, che quarto con guerriero Del Potro!

Rafa Nadal sbarca nei quarti di finale degli Us open di tennis, battendo in soli tre set, per 6-2, 6-4, 6-1, l'ucraino Alexandr Dolgopolov. Con il suo 50esimo match vinto nella Grande Mela il maiorchino torna nei quarti che non raggiungeva dal 2013, quando poi aveva alzato il trofeo, bissando il trionfo del 2010.

I telespettatori italiani che hanno spento la tv intorno alla mezzanotte di ieri si sono persi un'impresa straordinaria: l'incredibile rimonta di Juan Martin Del Potro.

Non si arresta la marcia del già citato Rublev, che dopo Grigor Dimitrov non ha dato scampo anche al belga David Goffin per 5-7, 6-7 (5), 3-6. Un solo brivido, alla fine del secondo set, quando Federer, reduce da problemi alla schiena, ha chiesto l'intervento del medico.

Potrebbe esserci una finalista nuova anche nel torneo femminile: delle otto rimaste in corsa ben cinque non hanno mai raggiunto l'ultimo atto di un torneo del Grande Slam, anche se le favorite, come è ovvio che sia, sono le altre tre.

Dopo il gesto irresponsabile sono arrivate le ripercussioni: prima la multa di 24mila dollari, poi la squalifica dagli US Open, aggravata dalla violazione del codice dell'ITF in materia di linguaggio offensivo; ma la macchia indelebile è quella sulla reputazione di Fognini, sul quale grava da giorni l'accusa di sessista dopo le brutte frasi all'indirizzo della giudice di sedia.

Sono bastati 55 minuti invece a Karolina Pliskova per qualificarsi ai quarti. Nulla ha potuto la statunitense Brady, sconfitta dalla ceca numero uno del mondo per 6-1 6-0. Fra queste non c'è più Garbine Muguruza, campionessa di Wimbledon e splendida nella prima settimana, ma inciampata al via della seconda contro Petra Kvitova. Nella parte bassa, invece, due partite composte da quattro outsider: Pablo Carreno Busta - Diego Schwartzman e Sam Querrey - Kevin Anderson, il sudafricano che ha spezzato il sogno di Paolo Lorenzi di qualificarsi ai quarti ed entrare nella storia del #Tennis italiano.


Popolare

COLLEGARE