Sarri ha scelto gli undici anti Bologna, emiliani con il dente avvelenato

E allora, la terza formazione del campionato: la più complessa per Sarri, senza ombra di dubbio, avendo lavorato per un bel po' senza tredici giocatori. Una partita difficile contro un avversario ostico che, sulla carta, è anche il più forte visto in queste prime giornate di campionato "Il fatto che sia ritenuta la squadra più forte ci da idea del tipo di avversario". Il rammarico c'è ma dobbiamo capire che, al di la degli errori, abbiamo fatto cose buone e dobbiamo ripartire esattamente da quelli. Le situazioni si modificano, si evolvono. Importante per i calciatori del Napoli sarà però riattaccare subito la spina, tenendo alta la concentrazione e dimenticandosi di gioie e dolori delle proprie nazionali, anche per la voglia di rispondere subito alla Juventus, che ieri ha battuto per 3-0 il Chievo Verona. Delle sei reti segnate si registrano già cinque marcatori diversi a fronte dei tre dell'anno scorso. Dopo la sosta si riparte e il Napoli fa tappa a Bologna.

Il suo omologo Maurizio Sarri invece non si presenta a parlare ai microfoni causa il solito silenzio stampa indetto dalla società partenopea.

Attaccanti: Destro, Di Francesco, Krejci, Okwonkwo, Palacio, Petkovic, Verdi. A centrocampo Allan appare in vantaggio su Zielinski, Diawara di poco su Jorginho.

IL TRIDENTE. Per quel che riguarda l'attacco, e dunque il tridente, a destra e a sinistra, agiranno Callejon e Insigne, mentre al centro Sarri è orientato a insistere ancora su Mertens più che su Milik.

Bologna (4-3-3): Mirante, Maietta, Helander, Mbaye, Taider, Pulgar, Masina, Verdi, Poli, Destro e Di Francesco. In difesa, davanti a Reina, toccherà ad Albiol, Koulibaly, Ghoulam e probabilmente a Hysaj (squalificato con l'Atalanta e sostituito da Maggio): l'esterno, rientrato dalla trasferta con l'Albania con qualche problema fisico, non preoccupa più di tanto, ma anche in questo caso il giorno utile per dirimere la matassa è oggi. Dirigerà l'incontro Giacomelli, finora arbitro dei partenopei in 9 occasioni: il bilancio è di 6 trionfi, 2 pareggi e un solo ko.


Popolare

COLLEGARE