Russia: Burger King, 'Pubblicità occulta per McDonald, stop proiezioni film It'

Il personaggio di Pennywise, che Stephen King ha partorito nel romanzo del 1986, è stato sempre descritto come un "clown malvagio" ma è lo stesso autore che scrive nel libro: "La faccia del clown nello scarico era bianca e c'erano buffi ciuffi di capelli rossi ai lati della testa pelata e c'era un gran sorriso da pagliaccio dipinto sulla sua bocca".

Sebbene entrambi pagliacci, il personaggio dell'horror diretto da Andy Muschietti è ben lontano dalla mascotte del McDonald's. La catena di fast food ha sporto una lamentela al Federal Anti-Monopoly Service (FAS) domandando che il film IT sia ritirato dai cinema, in quanto conterrebbe una forte pubblicità occulta a favore del loro concorrente, McDonald's, il cui testimonial sarebbe ovviamente Pennywise.

La divisione russa di Burger King ha formalmente esposto reclamo all'authority contro il monopolio, la Fas, chiedendo il ritiro della pellicola dalle sale russe per concorrenza sleale. "Dobbiamo tuttavia esaminare se ci sono gli estremi per una pubblicità occulta, in violazione con la legislazione russa".

E dall'authority russa - la Fas - hanno risposto prendendo sul serio la denuncia: "Non ci interessa il contenuto del film - ha detto a Ria Novosti Andrej Kashevarov, vicecapo di Fas - perché lo scrittore e il regista hanno la loro personale visione creativa di ogni personaggio".

"Sono l'incubo peggiore che abbiate mai avuto, sono il più spaventoso dei vostri incubi diventato realtà, conosco le vostre paure, vi ammazzerò ad uno ad uno".

Il 7 settembre, in Russia, è uscito IT, il film di Andy Muschietti sul romanzo best seller di Stephen King e per il momento è arrivato ad incassare quattordici milioni.

Burger King non è la sola ad avere espresso perplessità e proteste: anche la troupe teatrale "Komik-Trest", di San Pietroburgo, aveva chiesto il divieto di proiezione del film prima ancora della sua uscita nelle sale.


Popolare

COLLEGARE