Roma, ragazza finlandese stuprata e rapinata

Poi, minacciandola di morte, l'ha picchiata con una pietra, l'ha trascinata in una zona buia e l'ha stuprata.

Questo non ha fermato lo stupratore che ha picchiato, minacciato e trascinato la giovane finlandese in una zona appartata e li' l'ha stuprata. E' stata avvicinata da un ragazzo dai modi apparentemente gentili, che si era offerto ripetutamente di accompagnarla a casa con la propria autovettura, parcheggiata - a suo dire - in una via limitrofa. La donna chiama immediatamente la polizia e informa gli agenti di quanto sta accadendo sotto alla sua abitazione. Virginia Raggi sul proprio profilo twitter ha scritto: "Vicina alla ragazza finlandese aggredita nei pressi della stazione Termini".

La ragazza, scrive su Repubblica online, in cronaca di Roma, Giuseppe Scarpa, era in Italia da qualche giorno per lavorare come baby sitter, e aveva passato la serata di venerdì in un locale vicino alla stazione con un'amica. La giovane si è fidata e ha accettato l'offerta, tranquillizzando l'amica titubante che invece è rimasta a cercare un taxi. Ma dopo un centinaio di metri avrebbe tentato un approccio sessuale con la donna continuando anche dopo il rifiuto della giovane. La donna si è affacciata perché ha sentito le urla della ragazza e nel tentativo di far desistere l'uomo e ha iniziato a gridare.

Il ragazzo, nato il 10 novembre '94, è stato anche riconosciuto dalla vittima. Le investigazioni svolte nella immediatezza dei fatti e senza sosta, hanno consentito di individuare il responsabile in prossimità di Piazza Fiume e di procedere alla sua cattura. In manette è finito S.K., un bengalese di 23 anni: ad arrestarlo sono stati gli agenti della polizia di Stato della Quarta Sezione della Squadra Mobile di Roma e del Commissariato Viminale, coordinati dalla locale Procura.


Popolare

COLLEGARE