Roma, Nainggolan sta con Di Francesco: "Non crediamo in lui? C... ate"

Perché, se stavolta tutto andrà secondo i piani, il ceco farà il battesimo all'Olimpico domani sera contro il Verona e con le risposte giuste può strappare una maglia da titolare nel turno infrasettimanale. Sapeva che doveva sostituire Spalletti, ma non ha avuto problemi. Si è presentato così Eusebio Di Francesco ai microfoni della stampa nella classica conferenza stampa della vigilia di Roma-Hellas Verona, anticipo della 4a giornata di Serie A.

"Sono estremamente soddisfatto di Di Francesco, basta guardare lo spirito e la positività che c'è nella squadra". Abbiamo fatto un buon possesso palla ma non abbiamo mai giocato in verticale: è necessario diventare più incisivi. E quando mi ci metto non ho un bel carattere... Pallotta non lo dice esplicitamente, ma come riporta Gazzetta.it sembra riferirsi ad articoli in cui stamattina si parlava della sua insoddisfazione, espressa ad allenatore e dirigenti, per il gioco della Roma. In una gara ha fatto gol, in un'altra abbiamo sofferto.Quello di martedì è stato uno sfogo, si è poi reso conto perché è una persona intelligente. "Visto che lui è un grande esperto di vittorie, quando mi servirà gli chiederò consiglio.".

Io non voglio crearmi un alibi. Poi non se n'è fatto nulla, ma tra le prime richieste di Di Francesco a Monchi c'è stato proprio Karsdorp, che, detto fatto, è arrivato a Fiumicino, pronto a mettersi a disposizione. Ogni grande squadra fa la tournée, non posso arrivare io e dire "Non facciamo la tournée". Per i calciatori è più difficile assimilare il tipo di lavoro di un allenatore.

Magari lo vedrete domani, è una scelta che devo fare. "Cambierò qualcosa, ma è inevitabile in questo momento della stagione". Purtroppo non ci parlo, ci ho litigato (ride, ndr). Quasi sicuramente basso. Con l'Atletico era meno opportuno farlo giocare, in questa partita d'attacco mi servono giocatori come lui con determinate caratteristiche.


Popolare

COLLEGARE