Roma-Atletico Madrid, Di Francesco: "Ottimo primo tempo. Alisson? Determinante"

Finisce così 0-0 la sfida dell'Olimpico tra Roma e Atletico; i giallorossi sono chiamati alla vittoria già nella prossima sfida il 27 settembre a Qarabag per non perdere strada dalle avversarie. "Lui lo è e lo sta dimostrando, noi ce lo teniamo stretto". Ma andiamo con ordine.

Di Francesco dovrà fare a meno di Schick, si affiderà ancora al 4-3-3.

(4-4-2): Oblak 6; Juanfran 7, Savic 6,5, Godin 6,5, Filipe Luis 6,5; Koke 5,5, Thomas 6, Gabi 5,5 (62′ Carrasco 6,5), Niguez 6; Vietto 5,5 (58′ Correa 7), Griezmann 5 (79′ Gaitan sv). Uno 0-0 che tutto sommato soddisfa la banda di Di Francesco che in più di un'occasione ha rischiato seriamente di capitolare sotto i colpi dei "colchoneros". La Roma, dopo il brivido iniziale, si scuote e prende le misure agli spagnoli. Due minuti dopo la prima palla-goal per la Roma: Nainggolan serve in verticale Defrel, che controlla bene, ma poi non trova la porta. Percussione di Strootman che lancia verso il fondo Kolarov fermato però in angolo. Sul capovolgimento di fronte doppia clamorosa occasione per gli ospiti: Koke calcia a botta a sicura, ma Manolas è prodigioso nel salvare sulla linea.

Nel secondo tempo la musica non cambia. i giallorossi mostrano limiti nella tenuta atletica. La squadra di Di Francesco prova intanto al piccolo trotto ad uscire dalla propria trequarti, con l'Atletico che la lascia giocare e che si difende con ordine, a differenza dei giallorossi che invece, sotto pressione, si dimostrano sempre molto approssimativi. Poi, abbiamo ritrovato un po' di equilibrio. Non ho sentito i fischi del pubblico sinceramente, quest'anno abbiamo affrontato un club importante e un portiere che ha parato. Eroe della serata è stato il portiere brasiliano dei capitolini, Alisson, autore di parate decisive e provvidenziali al fine di blindare lo specchio della porta a Griezmann e compagni. "Per ora siamo incudine, speriamo di diventare presto martello". Al '15 altro erroraccio di Peres che libera al tiro Vietto ma Alisson neutralizza. L'anno scorso il portiere della Nazionale brasiliana era stato utilizzato soltanto in Coppa Italia ed Europa League, ma Spalletti lo schierò dal primo minuto nell'andata del preliminare col Porto perché Szczesny era arrivato pochissimi giorni prima in ritiro.


Popolare

COLLEGARE