Riapertura scuole: stabile il numero degli studenti, aumentano le richieste del doposcuola

Vacanze finite, si torna a studiare. In Sicilia si ricomincia il 14 settembre.

Qui i nostri bambini impareranno ad accorgersi degli altri e a capire di essere legati da vincoli sociali; sono traguardi che raggiungeranno a piccoli passi, piccoli ma continui, sostenuti e incoraggiati da tutti gli adulti che per questo devono poter lavorare in sinergia. Il resto degli studenti frequenterà invece le scuole secondarie: 1 milione e 637 mila quella di primo grado - le medie - e 2 milioni e 600 mila invece quella di secondo grado. Tutti compagni di questo viaggio nel mondo del sapere, della conoscenza.

"L'anno scolastico 2017/2018 in Piemonte - ha dichiarato il direttore Manca - parte con 3 segni più: più docenti nelle classi grazie al sostanziale incremento dell'organico; più docenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato vincitori del concorso ordinario e assunti da graduatorie a esaurimento; più prospettive di stabilizzazione per i docenti con incarico di supplenza che matureranno quest'anno il servizio utile per la partecipazione alle nuove procedure di reclutamento previste dal recente Decreto delegato n° 59/2017, attuativo della Legge 107/2015". Alle superiori (le secondarie di secondo grado) saranno invece oltre 18mila i ragazzi che domani varcheranno la soglia di scuola. "I primi -ha proseguito Maietta- sono stati coperti con lo strumento della reggenza, ovvero un preside che "governa" due istituti con tutti i problemi del caso, alla mancanza dei secondi si è ovviato impiegando i semplici amministrativi facente funzione, ma per loro la difficoltà è grande e la responsabilità del ruolo ben diversa". Ma la confusione regna sovrana e sono tante le famiglie che chiedono chiarimenti. Altro che mettere la famiglia al centro della scuola!

Ecco alcune ipotesi di ponti che le scuole potranno decidere di fare: nulla da fare per il 1° novembre che viene in mezzo alla settimana; più fattibile quello dell'8 dicembre che cade di venerdì e quindi si potranno fare tre giorni fuori. "Insomma, ogni anno c'è un problema nuovo".


Popolare

COLLEGARE