Napoli, Callejon torna in nazionale: chiamato dalla Spagna con Reina

A galvanizzare ancor di più i sostenitori partenopei ci ha pensato Josè Maria Callejon che, ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, ha esaltato il suo compagno di reparto Lorenzo Insigne e parlato delle ambizioni del club per questa stagione. Sono uno che pensa che ogni giorno bisogna allenarsi bene. La carriera di un calciatore è breve, gli anni passano in fretta. Sono fatto così, non mi risparmio mai: "se un giorno mi fa male qualcosina non mi interessa, mi alleno lo stesso".

" Ultimamente Deulofeu sta giocando meno mentre Callejon trova spazio andando a segno con continuità".

"Infortunio Milik? E' un ragazzo umile che lavora tanto, è giovane ed avrà il tempo di rifarsi. È un top player". Al primo posto si sta bene ma c'è tensione, siamo comunque consapevoli di essere forti e di dover stare lì. Nonostante le sei partite a punteggio pieno, è ancora prematuro per fare previsioni di fine stagione: "Manca ancora tanto e il campionato è appena iniziato. Dobbiamo restare in alto lavorando tutti al 100%".

Una sfida insidiosa. Non solo perche' di fronte ci sara' il Cagliari, ma anche perche' e' un lunch match e arriva dopo la sfida di Champions League. Veniamo da una gara di Champions ma giocheremo come al solito per portare a casa tre punti molto importanti. Su Reina ha aggiunto: "E' fondamentale per noi, è un leader fuori dal campo e un uomo di spogliatoio". Gli faccio un grande in bocca al lupo e spero di vederlo presto in campo. L'ho detto al mister: sono pronto a giocare in qualsiasi ruolo con lui, anche come terzino, anche sinistro!

"Sono molto felice per la convocazione in Nazionale, lo siamo io e la mia famiglia. Vorrei sempre che stesse nella mia squadra".


Popolare

COLLEGARE