Morte cardinale Caffarra. Gandolfini: "Caffarra lascia un'eredità che sapremo raccogliere"

Nella cattedrale di San Pietro, sabato 9 settembre alle 11, saranno anche officiate le esequie, presiedute dall'arcivescovo Zuppi.

Conservatore verso la coppia e il matrimonio, oltre ad essere contro i matrimoni gay, ha espresso disapprovazione anche contro le aperture verso le coppie di fatto, giudicate come una evasione giustificata dal peccato contro il Signore e il volere che Bologna non vivesse una svolta culturale in tale senso, ma nonostante le idee divergenti e gli scontri, il sindaco Virginio Merola ha espresso il cordoglio di tutta la città e suo personale per la scomparsa del cardinale Carlo Caffarra di 79 anni, ricordandolo come uomo, vescovo e cardinale guidato dall'amore cristiano verso la propria comunità anche su pareri discordanti su temi generali o etici. Mentre la Veglia di suffragio sarà celebrata venerdì 8 settembre alle ore 21 in Cattedrale. Luigi Giussani; vive una profonda amicizia anche don Divo Barsotti, mistico e teologo. A partire dagli anni settanta si interessa ai temi del matrimonio, della famiglia e in particolare della procreazione umana; questi ultimi portati all'attenzione dell'opinione pubblica sia dall'enciclica Humanae Vitae, sia dai primi esperimenti di concepimento in vitro avvenuti nel 1978.

Ha insegnato Etica medica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica del Sacro Cuore a Roma e nell'agosto 1974 è stato nominato da Paolo VI membro della Commissione teologica internazionale.

Da sempre si era dimostrato un esperto di famiglia e di matrimonio, tanto che Papa Giovanni Paolo II ancora nel gennaio 1981 gli aveva conferito il mandato di fondare e presiedere il Pontificio Istituto 'Giovanni Paolo II' dedicato agli studi su matrimonio e famiglia. Caffarra, ha scritto l'arcivescovo, "ha servito fedelmente per tutta la vita senza riserve di amore, generosità e intelligenza, profuse ovunque Egli abbia voluto chiamarlo". Ha ricevuto, inoltre, il Dottorato honoris causa in Lettere cristiane dalla Franciscan University di Steubenville (Ohio). "Scusatemi la battuta: avrei avuto più piacere che si dicesse che l'Arcivescovo di Bologna ha un'amante piuttosto che si dicesse che ha un pensiero contrario a quello del Papa", aveva affermato Caffarra. Lo ha comunicato lo stesso mons. Si insedia nella sua nuova Sede il 15 febbraio 2004. È stato membro del Supremo tribunale della Segnatura apostolica, della Congregazione delle cause dei santi, del Pontificio consiglio per la famiglia e della Pontificia accademia per la vita.

Il 16 dicembre 2003 Giovanni Paolo II lo ha nominato Arcivescovo metropolita di Bologna.

Viene creato Cardinale nel Concistoro del 24 marzo 2006, da Benedetto XVI, con il Titolo di San Giovanni Battista dei Fiorentini.


Popolare

COLLEGARE