LG V30 & V30+ ufficiali: prezzo specifiche e disponibilità | IFA 2017

Il design è la prima novità del V30. Lo spessore è di 7,3 millimetri e il peso di 158 grammi. È anche molto resistente grazie alla certificazione IP68 e la certificazione militare MIL-STD 840G. Anche la registrazione ha fatto un passo in avanti con LG V30: il ricevitore ha una doppia funzione e ora agisce anche da microfono in modo da catturare una gamma acustica maggiore, dalle note più delicate alla musica ad alto volume di un concerto. Cine Effect, ad esempio, permetterà di modificare manualmente la gradazione dei colori delle immagini andando a scegliere tra 15 preset cinematografici. È possibile salvare i video nel formato CineLog, preservando la gamma dinamica e il gamut colore. La fotocamera frontale è da 5 Megapixel.

Nemmeno il comparto audio è stato trascurato, anzi.

Seguendo un po' la struttura utilizzata sul flagship della serie G, l'LG V30 riprende le linee borderless ma vengono ulteriormente estremizzate.

Inoltre LG V30 è il primo smartphone al mondo a supportare la tecnologia MQA (Master Quality Authenticated) che permette l'ascolto in streaming in alta risoluzione utilizzando file con qualità master ma dalla dimensione estremamente contenuta.

LG ha ripreso e migliorato dal V20 il Quad DAC Hi-Fi con audio calibrato in collaborazione con B&O PLAY.

Il V30 integra un processore octa core Snapdragon 835, affiancato da 4 GB di RAM LPDDR4x e 64 GB di memoria flash UFS 2.0, espandibile con schede microSD fino a 2 TB.

CONNETTIVITA': abbiamo il Wi-Fi a/b/g/n, la presa Usb di tipo C, NFC, GPS con GLONASS e lo standard LTE con banda a 20. La batteria, a livello energetico, assicurerà un ottimo supporto, grazie alla capienza da 3.300 mAh, e potrà ricaricarsi via microUSB Type C (3.1) in modo rapido (Quick Charge 3,0). LG ha modificato l'interfaccia originale e aggiunto alcune app proprietarie.

Per quanto riguarda l'assenza del tipico second display della gamma, LG conferma la presenza di una barra AOD (always-on-display) e di una floating bar: la prima fornisce una scorciatoia agli strumenti rapidi ed al player musicale quando lo schermo è spento; la barra galleggiante può, invece, essere personalizzata con un massimo di cinque applicazioni preferite dall'utente. Al momento non ci sono indicazioni sul prezzo del dispositivo. Sulla coverback, invece, campeggerà il canonico scanner circolare per le impronte digitali. In quest'ultimo caso è necessario impostare una parola chiave composta da tre a cinque sillabe. Confermata la compatibilità con Daydream, la piattaforma di realtà virtuale di Google.


Popolare

COLLEGARE