Inchiesta Consip. I giornali rivelano: "Woodcock indagato"

Il Pm di Napoli Henry John Woodcock sarebbe indagato per falso, in concorso con l'ex capitano del Noe Gianpaolo Scafarto: altro colpo di scena nell'ambito della vicenda Consip che tempo addietro aveva portato dietro le sbarre per corruzione il noto imprenditore campano Alfredo Romeo.

Il pm sarebbe finito nel mirino degli inquirenti della Capitale in merito all'informativa nella quale si sottolineava un presunto pedinamento che i servizi segreti avrebbero effettuato ai danni del Noe. Non dimentico di essere un componente delle istituzioni, parto dal presupposto di sentimento di stima per l'Arma dei carabinieri, poi ci sono episodi che vanno condannati ma stima assoluta. La circostanza sarebbe emersa durante l'interrogatorio di Scafarto in relazione una prima inchiesta avviata mesi fa dalla Procura di Roma a carico di Woodcock per rivelazione del segreto istruttorio. Ai pm di piazzale Clodio Scafarto avrebbe detto che a rappresentargli la necessità di compilare un capitolo specifico sul presunto intervento degli 007 fu proprio Woodcock.

Il colonnello Di Caprio (Ultimo) si difende e contrattacca: "Non ho mai svolto indagini per motivi politici e mai citato Renzi". Non ho mai parlato di Matteo Renzi nè con la Musti nè con altri. Dunque stavolta l'accusa proviene direttamente dall'investigatore che collaborava con lui nel caso Consip, autore del rapporto che si sospetta manipolato, e ora il procuratore di Roma Giuseppe Pignatone, assieme all'aggiunto Paolo Ielo e al sostituto Mario Palazzi, dovranno valutare la fondatezza delle sue dichiarazioni. Secondo l'accusa, Gasparri ha ricevuto 100mila euro in tre anni da Romeo in cambio di informazioni riservate nonché indispensabili per aggiudicarsi alcuni appalti pubblici.

"Le notizie sono davvero inquietanti e preoccupanti per la nostra democrazia", ha commentato su Ansa Graziano Delrio, ministro per le Infrastrutture e i Trasporti.

"Credo che ci sia bisogno di stabilire la verità perché la democrazia vive solo se si stabilisce la verità dei fatti", ha inoltre dichiarato.


Popolare

COLLEGARE