Guidonia, guerriglia tra abitanti e nomadi. Tre feriti

Scene di guerriglia urbana la notte scorsa a Guidonia Montecelio, dove si è innescata una sassaiola tra gli abitanti del campo nomadi censito ma non regolare di via dell'Albuccione e decine di residenti della zona. In particolare i militari si sono messi sulle tracce del cittadino bosniaco, individuato e fermato dai Carabinieri del nucleo radiomobile di Tivoli, mentre i pompieri hanno dovuto sedare un incendio divampato all'interno di un box, risultato residenza dell'uomo alla guida del furgone.

Le due comunità si sono dunque fronteggiate per alcune ore con lanci di sassi e solo dopo in uno scontro frontale; prima i residenti hanno bloccato l'accesso alle strade con barriere di fortuna, e quindi la polizia ha ricevuto una chiamata con la segnalazione, rivelatasi falsa, dell'uccisione di una ragazza colpita alla testa da una pietra. A far scattare la protesta degli abitanti di Albuccione, una frazione di Guidonia, sfociata poi nella tensione, alcune manovre azzardate compiute con un furgone da un nomade del vicino insediamento abusivo. Ferito anche un 31enne romano, colpito al volto da una sassata. La ricostruzione è al momento da confermare. Le armi sono state sequestrate.

Sul posto sarebbe arrivato anche il sindaco per cercare di calmare le acque ieri notte. In fiamme l'immondizia presente nei pressi degli insediamenti.

Il nomade alla guida del furgone, ha cominciato a provocare (secondo quanto raccontato da alcuni testimoni). Tutto il materiale è stato sequestrato. Vicino al campo è stata trovata anche un'auto rubata.


Popolare

COLLEGARE