Google e HTC annunciano una partnership

Ora sarà il turno, nuovamente, di Google con i taiwanesi di HTC?

Quello fra Google e HTC, in effetti, è un rapporto ormai decennale, dato che il colosso di Mountain View si è spesso avvalso del produttore di hardware per i suoi smartphone, a partire da Nexus, mentre solo lo scorso anno HTC aveva realizzato il modello Pixel Plus. HTC ha realizzare il nuovo Google Pixel 2 (ma non Pixel XL 2) per conto della società di Mountain View e quindi non si può dire che entrambe le società non abbiano fiducia l'una nell'altra.

HTC ha sospeso la quotazione del suo titolo in borsa ieri a causa di un "annuncio importante" che sarebbe stato fatto nella giornata di oggi.

Questi futuri compagni di Google sono persone incredibili, con le quali abbiamo già lavorato sulla linea di smartphone Pixel e siamo entusiasti di vedere cosa possiamo fare insieme come una vera squadra. Il passaggio di proprietà non riguarderebbe invece la divisione di HTC che si occupa di sviluppare soluzioni per la realtà virtuale. HTC ha prodotto entrambi i Pixel del 2016, progettati e commercializzati come dispositivi Google; fondamentalmente, HTC si è comportato come un imprenditore silenzioso.

Cher Wang, co-fondatrice e attuale amministratrice delegata di HTC, ha commentato l'accordo affermando che "questo accordo è una brillante evoluzione nella nostra partnership con Google, che si protrae da diverso tempo". Google ha comprato una parte della taiwanese HTC e ha sborsato nelle casse dell'asiatica più di un miliardo di dollari. Questa acquisizione, che per la cronaca è costata ben 1,1 miliardi, apre nuovi ed inediti scenari in casa della grande G.

HTC continuerà la propria attività nel settore degli smartphone anche dopo l'invio a Google di molti dipendenti.

L'acquisizione, dunque, è stata completata per portare l'esperienza hardware di HTC con quella software Android. Il brand americano è stato, dopo pochi anni, rivenduto alla cinese Lenovo.


Popolare

COLLEGARE