Corea del Nord, Onu approva sanzioni su export tessile, import greggio

"Qualora gli Stati Uniti chiedano sanzioni più severe la Corea del Nord si assicurerà che gli Stati Uniti paghino il doppio del prezzo richiesto e sperimentino dolori e sofferenze".

Corea del Nord boccia soluzione Onu Per la Corea del Nord la risoluzione Onu "è una provocazione", la boccia. In serata il Consiglio di Sicurezza ha approvato all'unanimità una risoluzione che prevede il bando alle esportazioni tessili di Pyongyang e il divieto alle esportazioni di petrolio e gas naturale verso la Corea del Nord fatta eccezione per una quantità da impiegare per il sostentamento della popolazione. Secondo il rappresentante permanente cinese all'ONU Liu Jieyi la crisi "deve essere risolta in modo pacifico".

Nel caso Nord Corea, tuttavia, sembra opportuno sottolineare nel dibattito tra specialisti la latitanza delle "motivazioni" che sarebbero alla base dei comportamenti del regime nordcoreano.

Il sesto e ultimo (per ora) test nucleare effettuato dalla Corea del Nord lo scorso 3 settembre scatena gli allarmismi della comunità internazionale e induce a riflettere sulle conseguenze che la minaccia atomica paventata dalla Corea del Nord potrebbe rappresentare per l'intero pianeta visti soprattutto gli attori coinvolti: Stati Uniti, Cina e Russia Tra test già riusciti e progetti in atto, la minaccia dell'arsenale nord coreano è realtà. La scelta e' loro. "Se continueranno su questa strada continueremo ad aumentare la pressione, se decideranno di cambiare percorso il mondo vivrò' in pace con loro", ha dichiarato l'ambasciatrice americana all'ONU, Nikki Haley.

Il documento stilato dal Consiglio di sicurezza, di fatto, cancella il nome di Kim Jong-un dalla lista nera dei sanzionati che, se mantenuta, avrebbe comportato il divieto di viaggiare e, insieme, il blocco dei beni patrimoniali.

Gli sforzi della Corea del Nord per sviluppare un missile balistico nucleare intercontinentale in grado di colpire l'America sembra aver avuto un' accelerazione con la presidenza di Donald Trump.

Archivio Disarmo, fin dalla sua nascita, si occupa di studiare gli effetti che la corsa agli armamenti produce ed anche questa volta è presente con un paper dal titolo "Il Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari: Analisi e Prospettive Giuridiche", di Adriano Iaria, che vi invitiamo a leggere. La Corea del Sud ha inoltre deciso di procedere con l'importazione di altri novanta missili dello stesso tipo per prepararsi ad ogni evenienza e per rinforzare il proprio sistema di difesa.

Dalle nuove sanzioni viene invece pesantemente colpita l'industria tessile della Corea del Nord, che arricchisce il Paese con 752 milioni di dollari l'anno.


Popolare

COLLEGARE