Braccio di ferro Usa-Nord Corea, minaccia nucleare sempre più concreta

La Corea del Sud intanto ha registrato "segnali" relativi alla preparazione di un nuovo lancio di missile balistico da parte della Corea del Nord che appena ieri ha compiuto il suo sesto test nucleare. Ad annunciarlo è stata la tv statale Kctvm, dopo che la detonazione (avvenuta alle 12:00 locali - le 5:30 in Italia) è stata seguita da un potente sisma di magnitudo 6,3, così come rilevato dall'istituto geologico americano Usgs (la precedente detonazione risaliva al 9 settembre 2016). Messaggio chiaro a Cina e Russia, maggiori partner economici della Corea del Nord. "Il presidente Trump ha ribadito l'impegno degli Stati Uniti a difendere la nostra Patria, i nostri territori e i nostri alleati, utilizzando la gamma completa delle capacità diplomatiche, convenzionali e nucleari di cui disponiamo" si legge in una nota della Casa Bianca. Le forze armate sudcoreane hanno condotto un'esercitazione simulando un attacco contro un sito nucleare nordcoreano, con l'utilizzo di caccia F15 e di un missile balistico. Gli obiettivi simulati erano stati individuati nel Mar del Giappone alla stessa distanza del sito per i test nucleari nordcoreano di Punggye-ri. La risposta militare a eventuali "minacce agli Stati Uniti, inclusa Guam, o ai suoi alleati" sarà "imponente, una risposta efficace e schiacciante" afferma Mattis. "Non puntiamo al totale annientamento della Corea del Nord" ma "abbiamo molte opzioni per farlo", ha aggiunto il segretario alla Difesa americano Mattis, sottolineando che il "presidente americano ha voluto essere informato" su tutte le opzioni militari disponibili.

Problemi strategici. La Casa Bianca è divisa sulla strategia da seguire, e il presidente fatica a individuare la strada giusta per affrontare la crescente minaccia. "La Corea Nord - scrive Trump in un tweet - è un Stato-canaglia ed è diventato una grave minaccia e fonte di imbarazzo per la Cina".


Popolare

COLLEGARE