Apple spiega il motivo del fail di Craig Federighi con Face ID

Con la progettazione del nuovo iPhone X, si è reso necessario un nuovo sistema per sbloccare il dispositivo dato che il fronte tutto dedicato allo schermo touchscreen non permette di inserire un pulsante con lo scanner delle impronte digitali e Apple ha deciso di non piazzarlo sul retro. Dalla società di Cupertino si spiega che l'esemplare di iPhone X usato da Federighi era stato preso in mano da molte persone in precedenza, prima della presentazione. Ed è per questo motivo che anche nel caso in cui una persona non autorizzata o un malintenzionato rivolga l'iPhone X verso il volto del proprietario, lo sblocco non sarà immediato.

Una gaffe che ha gelato tecnici Apple e pubblico in sala al lancio del nuovo Iphone X. Craig Federighi, del reparto software di Apple, stava illustrando sul palco dello Steve Jobs Theatre le novità del rivoluzionario melafonino. In altre parole, il Face ID funziona proprio come lo abbiamo progettato.

Apple potrebbe utilizzare i dati per beneficiarne in altri settori della propria attività, venderli a terzi per scopri di sorveglianza o ricevere richieste dai giudici per l'accesso al sistema di riconoscimento del volto.

Il Face ID sta facendo già discutere anche i politici americani.

Il senatore ha previsto dieci domande da fare ad Apple per cercare di risolvere queste preoccupazioni sulla privacy e sulla sicurezza. Secondo la casa è molto più sicuro del Touch ID, tuttavia a primo impatto le impressioni sono state diverse. Non si è però trattato di un malfunzionamento, semplicemente il sistema ha fatto ciò che andava fatto.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.


Popolare

COLLEGARE