Ancora fiamme in Abruzzo: brucia la Pineta Dannunziana a Pescara

Sul posto sono intervenute squadre dei vigili del fuoco, con agenti della Squadra Volante e della Polizia Municipale.

Un incendio si è sviluppato intorno alle 22,30 di ieri sera all'interno dell'area protetta della Riserva Dannunziana di Pescara, per cause al momento sconosciute. Diversi gli alberi bruciati, una decina stando ad una prima stima. Sul posto l'assessore comunale alla Riserva, Paola Marchegiani, il dirigente e il responsabile del Servizio Verde Pubblico Giuliano Rossi e Mario Caudullo, la Protezione Civile Valpescara, Volontari senza Frontiere.

Considerata la grande siccità l'Amministrazione, fa sapere il Comune, dieci giorni fa ha provveduto al controllo dell'impianto anti-incendio "e questa sera è stato possibile attivare immediatamente le prese d'acqua del sistema di spegnimento fisso". Poi polizia e polizia municipale si sono occupate di chiudere al traffico viale della Pineta, dalla rotatoria dell'Aurum a via Pantini, con anche questa strada non transitabile e dalla quale sono state fatte rimuovere le auto in sosta. La Riserva naturale pineta Dannunziana più nota come la Pineta è molto frequentata in quanto rappresenta uno dei pochi polmoni verdi della città. È una riserva naturale che si trova nella zona Sud di Pescara. Intanto proseguono le indagini per individuare i piromani. A confermarlo, come riporta Pescarapost.it, è stato il vicesindaco Antonio Blasioli che ha spiegato come l'incendio sarebbe stato appiccato in due differenti punti. Qualcuno ipotizza che ha dare origine al rogo siano state delle lanterne cinesi accese sulla spiaggia non distante dalla pineta che il vento avrebbe trasportato sull'area verde. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Amante di lettura, viaggi e sport.


Popolare

COLLEGARE