Vigilie del fuoco volontario denunciato, appiccava gli incendi e poi interveniva

Ancora vigili del fuoco volontari protagonisti di brutte pagine di cronaca.

Appiccava lui stesso gli incendi - almeno sette in totale - per poi dare l'allarme e intervenire con i colleghi a spegnere il rogo. Avrebbe agito per imitare le gesta dei personaggi di una serie tv statunitense sui pompieri. Sono stati i carabinieri a denunciare l'uomo, un 28enne nato a Novara ma residente a Palestro, piccolo comune con meno di duemila abitanti in provincia di Pavia, al confine con quella di Vercelli. Ora è accusato dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Pavia dei reati di incendio doloso e truffa aggravata.

Proprio il "brivido" di poter giungere sul posto con le sirene "spiegate" è risultata la ragione per la quale l'uomo appiccava gli incendi. Le fiamme sono state date sempre a cassonetti o a depositi di rifiuti, eccetto in un caso, quando il fuoco ha colpito delle sterpaglie. Le immagini hanno 'immortalato' il piromane proprio mentre appiccava il fuoco, per raggiungere subito dopo il proprio comando e così essere il primo a ricevere la chiamata e dare il "via" operativo all'intervento della squadra.

Si tratta di un volontario dei Vigili del Fuoco di 28 anni, che si è dimesso dal suo incarico. Ai carabinieri ha detto che in Lomellina si verificavano pochi incendi e lui desiderava emulare gli interventi di una nota serie televisiva sui pompieri americani che seguiva con passione. Il volontario denunciato ha spiegato che aveva trovato l'incarico "noioso" in quanto, in Lomellina, zona pianeggiante, coltivata a riso e quindi quasi priva di boschi, capitava di rado di dover intervenire operativamente.


Popolare

COLLEGARE