Usa, Trump invia nuove truppe in Afghanistan

In un atteso discorso alla base militare di Fort Myer, in Virginia, non ha precisato a quanto ammonterà l'aumento di soldati, ma fonti del Congresso citate dai media hanno parlato di 4mila. Ma è diverso quando sei presidente, quando sei seduto dietro alla scrivania dell'ufficio ovale. D'ora in poi, la vittoria avrà una chiara definizione: "attaccare i nostri nemici, distruggere l'Is, schiacciare Al Qaeda, impedire ai Talebani di prendere l'Afghanistan e fermare gli attacchi terroristici contro l'America".

Tuttavia, secondo Fox news che cita un alto dirigente della Casa Bianca, Trump ha autorizzato l'invio di altri 4.000 soldati nel Paese. "Se non ritirano le loro forze, non è lontano il giorno in cui il Paese si trasformerà nel cimitero (.) dell'impero statunitense", ha dichiarato un portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid.

Venerdì scorso Donald Trump si era incontrato a Camp David con i suoi consiglieri per la sicurezza nazionale per discutere di un piano chiaro e comprensivo per l'Afghanistan.

Immediata la reazione dei talebani alle parole del presidente degli Stati Uniti: "L'Afghanistan sarà il cimitero degli USA". "Il nostro obiettivo resta l'Afghanistan non torni mai più a essere un rifugio per i terroristi che attaccano i nostri Paesi" ha detto Stoltenberg. "È tempo che il Pakistan dimostri il suo impegno per la civiltà e la pace". Trump ha detto che sarà "una battaglia per vincere", poi ha spiegato di voler mantenere il segreto su alcuni punti della nuova strategia, considerando "controproducente" annunciarli perché avvantaggerebbero il nemico. Ma questo cambierà e cambierà immediatamente. "I leader americani devono saperlo".


Popolare

COLLEGARE