Trump rilancia l'impegno "America First" in Afghanistan

Il presidente Usa Donald Trump cambia strategia sull'Afghanistan rispetto alle promesse della campagna elettorale e segnala l'impegno degli Stati Uniti a proseguire il conflitto, a inviare nuove truppe e a "combattere per vincere". "È controproducente annunciare le date in cui intendiamo cominciare, o finire, le operazioni militari".

Il presidente ha aggiunto anche che verranno modificate le regole di ingaggio per le forze armate americane, al fine di rimuovere le restrizioni presenti ed aumentare l'autorità dei militari. "Non ha spiegato e non ha dato garanzie su come un altro paio di migliaia di soldati possa riuscire dove non sono riusciti più di 100 mila soldati durante l'amministrazione di Obama", si legge nell'articolo. "Stiamo uccidendo terroristi", ha dichiarato Trump. "E sappiate, stando al secret service non sono in molti fuori a protestare" ha detto il presidente. Le scelte del presidente toccano pure il Pakistan, le cui aree di confine sono santuari degli integralisti, e preludono a un innalzamento dello scontro (e, quindi, di rischio): è certo che, in Congresso, vi saranno perplessità e resistenze.

Ma anche Kabul ha ricevuto un severo monito: "l'America lavorerà con il governo afghano finché vedrà determinazione e progresso". Che è già in guerra contro i suoi nemici alla Casa Bianca, primo fra tutti il consigliere per la Sicurezza nazionale, generale McMaster. Islamabad, ha minacciato, "ha molto più da guadagnare collaborando con i nostri sforzi in Afghanistan e ha molto da perdere continuando a proteggere i terroristi".

In una nota, il segretario generale dell'Alleanza Atlantica, Jens Stoltenberg, ha detto di "avere accolto con favore il nuovo approccio del presidente Donald Trump, basato sulle condizioni" sul terreno.

I talebani hanno replicato che l'Afghanistan diventerà il "cimitero" degli Usa: "Se l'America non ritira le sue truppe presto l'Afghanistan diventerà il cimitero di questa superpotenza nel 21esimo secolo" ha affermato il portavoce dei talebani Zabiullah Mujahid. Non chiederemo ad altri di cambiare il loro modo di vivere, ma perseguiremo obiettivi che consentano ai nostri figli di vivere vite migliori. I confini tra i concetti sono pero' molto piu' fluidi sul campo di battaglia che non sulla carta, come hanno dimostrato precedenti tentativi americani di delimitare con efficacia la missione. Altre rappresentano clamorosi inversioni di rotta, come quando Trump vanta i record di Wall Street avendo in precedente definito il mercato azionario come "una grande, grassa bolla".


Popolare

COLLEGARE