Torso senza testa rinvenuto in Danimarca: è della giornalista Kim Wall

Il corpo senza testa di una donna che galleggiava nelle acque danesi recuperato dalle autorità appartiene alla giornalista svedese che le autorità credono sia morta a bordo di un sottomarino fai-da-te di un inventore Peter Madsen.

"La testa, le braccia e le gambe sono stati deliberatamente staccati", spiegano le autorità.

Non era da sola Kim, a bordo del sottomarino. Il 46enne ha ammesso che la donna è morta a causa di un incidente nel sottomarino e ha detto anche di averla "sepolta" in mare. Arrestato per omicidio, Madsen ha inizialmente raccontato di aver lasciato la donna sull'isola di Refshaleøen, ex area industriale vicino a Copenaghen, per poi cambiare versione, ammettendo di aver seppellito la donna in mare dopo una morte accidentale. Un giallo che però è caratterizzato ancora da molti elementi poco chiari e attorno al quale procedono le indagini della polizia.

A bordo del sottomarino Nautilus Uc3 per realizzare un reportage, la giornalista 30enne Kim Wall è stata misteriosamente uccisa. Peter sarebbe ricomparso solo qualche tempo dopo, mostrandosi tranquillo ed asserendo di aver avuto qualche problema tecnico ma nulla degno di nota. Così il 14 agosto si imbarca con Madsen.


Popolare

COLLEGARE