Sposini intossicati a Ragusa, migliorano le loro condizioni

Sono migliorate nella notte le condizioni di salute della coppia di coniugi di Messina, in viaggio di nozze a Ragusa, che sono nelle camere iperbariche di due ospedali siciliani per avere respirato i gas di risalita di un condotto fognario comunale che, dopo lavori in strada, sono entrati nel condotto della loro camera d'albergo. Lui 65 anni, lei 60, sposati in seconde nozze e in viaggio di nozze a Ragusa, si trovano adesso ricoverati in due ospedali differenti, a Catania e a Siracusa, per essere sottoposti alla camera iperbarica, anche se le loro condizioni di salute sono ritenute dai sanitari molto preoccupanti.

L'uomo resta con la prognosi riservata nell'ospedale di Siracusa, si è svegliato ed è sotto controllo. È stata aperta un'inchiesta per lesioni gravissime colpose e la Squadra mobile, su disposizione della Procura di Ragusa, ha posto i sigilli alla struttura. La società che gestisce l'albergo è considerata parte lesa. Ma secondo quanto si è appreso il problema riguarderebbe soltanto la stanza della coppia di sposi. Una decina di giorni fa lo stesso titolare dell'esercizio era stato colto da malore dopo avere fatto una doccia nella stessa stanza, con l'identica patologia, ma in forma più lieve. In un primo momento si era pensato - scrive il giornale di Sicilia - che l'intossicazione da monossido di carbonio fosse stato causato da un'auto. Gli investigatori hanno messo insieme i due episodi e ricostruito quella che ritengono sia la dinamica dell'accaduto: durante lavori di scavo in strada per la sistemazione dell'impianto fognario comunale ci sarebbe stato un guasto che ha fatto arrivare nella stanza dell'albergo i gas di evaporazione che avrebbero provocato la crisi respiratoria. L'albergo intanto è stato sequestrato e gli ospiti trasferiti in un altro hotel.


Popolare

COLLEGARE