Roma battuta dall'Inter 3-1 in rimonta. Irrati ignora il Var

Si prevede un match molto combatutto, dapprima a livello tattico con i ritmi che si alzeranno mano a mano nella ricerca del gol vittoria.

Formazioni- Per Di Francesco da sciogliere il nodo legato al terzino destro: Con Karsdorp e Bruno Peres fuori, sembra essere Juan Jesus il prescelto a ricoprire questo ruolo, con Moreno accanto a Manolas e Kolarov sulla fascia sinistra.

Risultato severo per quanto si è visto in campo con i giallorossi a dominare la gara per oltre un'ora, fermati da tre legni e forse da una svista arbitrale.

La partita di Borja Valero?

I come Icardi. I come Inter.

I nerazzurri attuano subito un buon pressing, ma la Roma non tarda a macinare occasioni.

Roma è la vittoria di Luciano Spalletti, anche se il merito è di Maurito Icardi: il tecnico ridisegna un'Inter apparsa in balia degli avversari, la tranquillizza e la rende consapevole. Questa è la prima volta che fa gol (l'anno scorso aveva realizzato un'autorete per il definitivo 2-1 della Roma), e sì che proprio in Serie A aveva esordito sul campo dei giallorossi il 26 settembre 2012, quando vestiva la maglia della Sampdoria. Ma l'Inter, a differenza della passata stagione è migliorata in almeno tre aspetti: ha un'organizzazione di squadra ben definita, data da un allenatore che ha potuto lavorare con calma fin dal ritiro, ha dei ricambi all'altezza (vedi Joao Mario, risultato decisivo nella rimonta dell'Olimpico) e soprattutto ha un Mauro Icardi finalmente trascinatore.

A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Vanheusden, Cancelo, Dalbert, Ansaldi, Joao Mario, Brozovic, Jovetic, Pinamonti, Eder, Gabriel Barbosa. Inter cinica e spietata sotto rete.

Roma, jella ed errori: Spalletti non perdona, ma.

Spalletti firma il contratto come allenatore dell'Inter. Sulla rete di Icardi ci siamo mossi male. Il nostro è un problema psicologico. "Fischi? Mi hanno giustamente fischiato perché pensano che sia il motivo per il quale Totti abbia smesso ma io non ci sono più quest'anno perché non ha continuato?".

Sicuramente, abbiamo battuto una grande squadra in trasferta, vuol dire che siamo in grado di competere con tutti. Per il resto, primo tempo di marca romanista, arriva anche il secondo palo sul tiro di Nainggolan (39′).

Allison; Manolas, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; De Rossi (Under), Nainggolan, Strootman; Defrel (El Shaarawy), Dzeko, Perotti (Tumminello). La mediana sarà presidiata da Vecino e Gagliardini, mentre sulla trequarti Candreva, Borja Valero e Perisic saranno chiamati ad innescare la punta centrale Icardi.

Ore 22:32 - In contropiede l'Inter chiude i giochi, dopo aver rischiato grosso per 65'.


Popolare

COLLEGARE