Quali sono le principali critiche al ddl Concorrenza diventato legge

La fine del mercato tutelato dell'energia elettrica e del gas è fissata per il 1° luglio 2019.

Le Poste Italiane non avranno più l'esclusiva per invio degli atti giudiziari e della spedizione delle notifiche per le multe.

Sconti per chi installa la scatola nera e per i 'virtuosi' che non causano incidenti da 4 anni e vivono nelle province a più alto tasso di sinistri.

Ad esempio, come si legge nell'ultimo passaggio del testo di legge che è stato approvato, è stato eliminato l'obbligo per i call center di indicare la natura specificamente commerciale della telefonata, nonché la necessità di indicare l'azienda a cui fanno capo. "Nel futuro occorrerà comunque ragionare sull'opportunità di procedere con un approccio settoriale eventualmente mediante decreti legge elaborati tenendo conto delle indicazioni dell'Antitrust", conclude Calenda. È prevista anche la possibilità di rateizzare le maxi bollette per ritardi o disguidi dovuti al fornitore.

FONDI PENSIONI - Viene modificata la disciplina delle forme pensionistiche complementari, in particolare viene sancito il diritto all'anticipo della prestazione nel caso di cessazione dell'attività lavorativa (anche per l'inoccupazione per 24 mesi), dei riscatti della posizione individuale maturata e del relativo regime tributario. Semplificate le procedure di migrazione tra operatori di telefonia mobile. Le operazioni di cambio di operatore e di recesso da un contratto potranno essere fatte anche per via telematica.

Una delle principali modifiche riguarda il nodo denominato "Booking", ossia il rapporto tra albergatori e offerte online.

NOTAIO NECESSARIO ANCHE PER SRL SEMPLIFICATE: Per costituire srl semplificate servirà l'intervento del notaio. D'ora in poi gli alberghi potranno fare offerte indipendenti a loro piacimento, anche migliori di quelle concordate con i portali leader del settore delle prenotazioni.

Nuove norme anche per le farmacie.

FARMACIE - Le farmacie potranno essere società di capitali, ma dovranno rispettare il tetto del 20% su base regionale. I titolari potranno prestare servizio in orari e periodi aggiuntivi rispetto a quelli obbligatori, ma solo dopo aver dato comunicazione all'autorità sanitaria competente, ovvero alla Asl di zona, e alla clientela. I farmaci di Fascia C continuano a essere venduti solo in farmacia.


Popolare

COLLEGARE