Orsa uccisa, Enpa: "Boicottate il Trentino"

Addio alla povera orsa del trentino.

La notizia è riportata dall'Agenzia Ansa, relativa alla diffida inviata dalla Lav (Lega anti vivisezionista) al presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, per chiedere il ritiro dell'ordinanza di cattura o uccisione dell'orsa KJ2, in seguito alle rivelazioni emerse rispetto all'aggressione, avvenuta a fine luglio, dell'orsa KJ2 ad un uomo nella zona di Terlago.

Dure le reazioni delle associazioni degli ambientalisti, con il Wwf che sta valutando azioni legali. L'associazione ambientalista, aggiunge Caserta, "valuterà nei prossimi giorni come procedere sul piano legale, e intanto convoca per fine settembre gli Stati Generali dell'Orso in Italia, perché gli ultimi episodi hanno messo in luce come sia indispensabile ed improcrastinabile un netto salto di qualità nella gestione del plantigrado, ancora sull'orlo dell'estinzione, su tutto il territorio nazionale". "Sgomenti" per l'uccisione dell'animale, scrive l'Oipa, organizzazione internazionale protezione animali. L'orso lui se l'è mangiato e a suo dire la sua carne è prelibata.

Invece la provincia di Trento ha preferito non ascoltare nessuno e ha di fatto autorizzato una caccia all'orsa, per mera vendetta o per altre incomprensibili finalità.


Popolare

COLLEGARE