Nazionale: ecco i 25 convocati per le sfide a Spagna e Israele

"Sta facendo benissimo e non da adesso", perché "oggi è un giocatore importante per il Napoli e per la Nazionale" e "sono felice di averlo, sta bene e altera gli equilibri di una partita", "ma se prendi un giocatore e lo togli dalla sua zona di competenza è difficile che renda al meglio". "Penso sia giusto che finisca almeno 24 ore prima dell'inizio del campionato, l'ho sempre detto".

Il Commissario Tecnico della Nazionale italiana, Gian Piero Ventura, ha diramato le convocazioni per l'importante doppia sfida contro Spagna e Israele. Vorrei accelerare la crescita di chi deve prendere il posto di chi è avanti con l'età. Ventura ha deciso di chiamarlo comunque, con questo tipo di ragioni: "Se siamo a parlarne durante l'anno è un conto, qui siamo all'inizio della stagione e bisogna ripartire dagli stessi che giocarono l'ultima gara in azzurro a Udine. Non è un giocatore irrinunciabile, però è un discorso legato alla continuità di un gruppo".

"Belotti e Immobile in un tridente fanno fatica perché sono due punte centrai".

Si avvicina la pausa per le Nazionali.

"Forse ha giocato più con me che con gli altri". E' pronto e voglioso. Programmazione significa anche partecipazione, coinvolgimento. "A metà campo può fare qualsiasi ruolo, è importante per noi".

Var - "Serve tempo, ci sono ancora delle incongruenze". Mi auguro che i giovani giochino, c'è un'infinita di ragazzi che non vedo l'ora di averli. Il tecnico è andato sul sicuro chiamando anche quei giocatori reduci da un'estate complicata per via del mercato come Bernardeschi e soprattutto Spinazzola, mantenendo fuori invece l'ex rossonero De Sciglio.


Popolare

COLLEGARE