Milan, Mirabelli ammette: "Aubameyang nel mio destino. Su Kalinic e Diego Costa…"

I fuochi d'artificio della prima fase di mercato hanno riportato entusiasmo nella Milano rossonera. Fassone e Mirabelli, cioè coloro che sono stati definiti dagli stessi tifosi del Milan come i migliori acquisti di questa sessione di calciomercato, ci stanno lavorando da tempo. Vincenzo Montella apprezza le sue qualità e sarebbe felice di accoglierlo, ma la società vuole prima fare ulteriori tentativi per altri obiettivi, come Pierre-Emerick Aubameyang e Diego Costa. In mezzo a tutto questo, poi, si sono trovati anche a dover spiegare la "grana" fideiussioni di Bonucci e Biglia: una questione risolta subito sul nascere, senza prolungare oltremodo i sospetti su presunti problemi economici del club. Il suo affare promette ottimismo visto il suo rifiuto alle squadre cinesi, ma nonostante tutto il ds dei diavoli ha già in mente un piano B: "Aubameyang è nel mio destino: è stato il primo giocatore che sono andato a vedere dal vivo, il mio primo viaggio fu proprio per lui".

Ma ci rendiamo conto di che discorsi vengono fatti? Nei nostri pensieri ci sono anche Diego Costa o Aubameyang. Quei 67mila dell'altra sera per Milan-Craiova ci assegnano una responsabilità straordinaria, da oggi alla Champions è il programma, ci vogliono risultati importanti ma è innegabile che abbiamo fatto una campagna scientifica: "tanti giovani, pensando al domani, con Bonucci e Biglia i maestri che li aiutano a maturare, non solo per vincere oggi ma per realizzare un ciclo". E l'ha capito anche Raiola. L'ho visto qui, l'ho visto in Cina dove c'è un entusiasmo come a San Siro.


Popolare

COLLEGARE