Mediterraneo: assaltati due pescherecci di Mazara del Vallo

Non è stata ancora accertata la nazionalità della nave assaltatrice che ha sparato colpi all'indirizzo dei pescherecci Aliseo e Valle Madre, di Mazara del Vallo.

Ad evitare il peggio, prosegue, è stato "l'intervento di un elicottero militare italiano e di un'unità navale della Marina Tunisina che ha fatto allontanare l'imbarcazione, a quanto pare appartenente alle autorità doganali tunisine". A renderlo noto è stato il Presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Giovanni Tumbiolo. L'episodio, avvenuto mercoledì sera, sarebbe legato alla cosiddetta "guerra del pesce", anche se si inserisce nel clima di tensione che accompagna la missione italiana in Libia. L'episodio si è dunque risolto positivamente, ma non è certo un caso isolato ed è per questo che c'è grande preoccupazione per l'incolumità dei pescatori siciliani, questo quanto riferisce il portavoce del Distretto della Pesca di Mazara.

Grazie a questi aiuti, l'imbarcazione che ha assaltato i due pescherecci, è stata prontamente allontanata. L'intervento contemporaneo dell'elicottero italiano e dell'unità militare tunisina ha costretto gli aggressori a desistere dall'assalto.

I pescherecci sono stati attaccati in acque internazionali; accolto l'allarme radio il personale delle imbarcazioni è stato raggiunto e soccorso da un elicottero militare italiano e da una motovedetta della Marina Tunisina. Non risulta alle stesse fonti qualificate - rispetto alle prime ricostruzioni giornalistiche - che altri mezzi tunisini siano intervenuti in difesa dei due pescherecci di Mazara del Vallo. Lo ha confermato la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo che è in costante contatto con l' "Aliseo" e l' "Anna madre".(ANSAmed).


Popolare

COLLEGARE