Lüthi lotta con Marquez, Morbidelli allunga

Sette come i giorni che sono bastati a Franco Morbidelli per riscattare la domenica nera di Brno e tornare sul gradino più alto del podio del Mondiale Moto2 nel GP d'Austria, al termine di una gara nella quale ha dimostrato ampiamente di essere il più freddo del lotto. Il 22enne laziale, grazie a tale successo, torna ad avere un margine piuttosto importante nella classifica Mondiale rispetto al più immediato inseguitore, lo svizzero Thomas Luthi, ora a 26 punti di ritardo dal nostro portacolori. Due giri dopo Lüthi è arrivato lungo in una curva, cosa che gli ha impedito di lottare per la vittoria. "Dopo Brno spero di portare a casa una bella vittoria".

Morbidelli fa il vuoto inanellando giri veloci su giri veloci e abbattendo il muro delll'1:30:00, mentre alle sue spalle è bagarre: Luthi perde terreno fino al quarto posto, ma poi risale e chiude terzo, dietro ad Alex Marquez. Per Pecco c'è il rammarico forse di aver dovuto ad un certo punto cedere la posizione a Pasini, perché forse senza questo episodio avrebbe potuto infastidire Luthi. Poi Jorge Navarro in 8ª posizione, Dominique Aegerter in 9ª e Syahrin a chiudere la Top 10 davanti a Simone Corsi. E' stata una domenica nera purtroppo per tutti gli altri italiani, con Lorenzo Baldassarri e Luca Marini eliminati da una carambola alla prima curva che ha escluso anche Fabio Quartararo, Xavier Simeon, Sandro Cortese e Xavi Vierge.


Popolare

COLLEGARE