Londra, Big Ben in silenzio per 4 anni

Uno dei simboli della Gran Bretagna rimarrà in silenzio per quattro anni, durante i quali verrà sottoposto ad alcuni lavori di ristrutturazione.

Più di un migliaio di persone si è radunato oggi a mezzogiorno, a Londra, davanti al Parlamento per ascoltare in religioso silenzioso i dodici ultimi rintocchi battuti dal Big Ben, la campana più grande dell'iconico orologio della torre del palazzo di Westminster.

Il restauro della torre costerà al Regno Unito ben 29 milioni di sterline (ovviamente andrà tutto in attivo se solo si pensa alla massa di turisti che il monumento attira).

La prolungata interruzione ha sollevato le polemiche dei politici, tra cui la stessa premier Theresa May, secondo cui bisognava evitare di mettere a tacere un così importante pilastro della cultura inglese.

In un primo momento si era parlato di un silenzio di "diversi mesi" ma ragioni di sicurezza e salute degli operai che saranno al lavoro hanno fatto modificare i piani: i tecnici non possono di certo sopportare i continui rintocchi della torre che causerebbero gravi danni al loro udito. E, forse sull'onda dell'emozione, oggi la Commissione ha anche assicurato di non essere stata a conoscenza che la torre sarebbe rimasta in silenzio per quattro anni. La campana emette una nota Mi da 118 decibel, dato da un martello che pesa 200 chili. I quadranti dell'orologio hanno un diametro di 8 metri, con la lancetta dei minuti che è lunga 4,3 metri e quella delle ore circa 2,7 metri. La Elizabeth Tower, che sorge all'angolo nord-est del Parlamento e ospita il Big Ben, fu completata nel 1859 e l'orologio cominciò a funzionare il 31 maggio, mentre la colossale campana produsse i primi rintocchi l'11 luglio successivo.


Popolare

COLLEGARE