Corato, bimba di due anni muore a causa della Seu

È il secondo caso di infezione in pochi giorni in Puglia, dopo quello della piccola francese di 18 mesi in vacanza con la famiglia in Salento, ricoverata nello stesso ospedale, e il quinto caso dall'inizio dell'anno. Qualora si abbia un caso di infezione intestinale da STEC, soprattutto se si tratta di un bambino, sia il paziente che i suoi familiari devono osservare attente norme igieniche. In Italia tra il 1988 e il 2010 sono stati registrati dall'Istituto superiore di sanità 710 casi di Seu, con un tasso annuale medio di incidenza di 0,35 nuovi casi per 100.000 abitanti in età pediatrica.

Nella forma atipica, l'eziologia è riconducibile a fattori genetici. Esistono infine rari casi in cui la SEU si sviluppa come una sequela di un'infezione sistemica da Streptococcus pneumoniae. Per quanto riguarda i sintomi, l'insufficienza renale è preceduta da dissenteria, spesso sanguinolenta e vomito.

Seu, ovvero sindrome emolitico- uremica. "La Sindrome emolitico-uremica - spiega Massimo Galli, vicepresidente della Simit e ordinario di Malattie infettive all'Università degli Studi di Milano - in questi casi è causata da un'infezione da Escherichia coli enteroemorragica". Le loro feci possono, quindi, contaminare la carne e il latte durante la macellazione e la mungitura. La trasmissione del batterio può avvenire mangiando carni contaminate poco cotte, latticini non sottoposti a pastorizzazione o ad altri trattamenti termici, acque contaminate, ortaggi, frutti contaminati con deiezioni animali, per contatto diretto con i ruminanti. L'incubazione dura mediamente tra uno e cinque giorni. La terapia antibiotica può non essere sufficiente, in quanto la dissenteria, nella fase iniziale della malattia, non ha caratteristiche particolari che consentano di individuare immediatamente l'agente infettante. "Abbiamo un sistema di segnalazione a livello epidemico che funziona - puntualizza Ruscitti - e abbiamo fornito a tutte le Asl il protocollo da seguire per i casi di sospetta Seu". Dialisi e plasmaferesi (ovvero la separazione del plasma sanguigno dagli elementi corpuscolati del sangue ottenuta mediante centrifugazione) servono a supportale le funzioni renali ed eliminare dall'organismo le sostanze tossiche.


Popolare

COLLEGARE