Bergamo, sparatoria tra bande rom nel parcheggio

Si sono vissuti momenti di paura nel primo pomeriggio nel piccolo centro di Trescore Balneario, conosciuta località termale di quasi diecimila abitanti a una ventina di chilometri da Bergamo. Prima dell'agguato a colpi di pistola c'era stato un inseguimento. Ma la fuga è proseguita fino all'ufficio postale, dove c'è poi stata la sparatoria.

Tre automobili, due Hammer e una Alfa Romeo 166, si sono scontrate in strada e gli uomini a bordo hanno dato il via a una sparatoria. Il Corriere della Sera dice che in tutto sono stati raccolti 15 bossoli di proiettili, anche se non è ancora stato stabilito con certezza chi li abbia sparati. Sarebbero circa dieci i colpi di arma da fuoco esplosi. Nell'ultimo periodo sono state oggetto di controlli e sequestri da parte della Guardia di Finanza, a causa di false dichiarazione dei redditi.

Roma - Ecco il video, ripreso dalle telecamere di sicurezza, del violentissimo scontro tra due clan rom avvenuto l'8 agosto nel parcheggio dell'ospedale di Trescore Balneario, in provincia di Bergamo. Uno di loro è rimasto ferito nello scontro ed è stato individuato e bloccato dai militari vicino al luogo della sparatoria. L'uomo ferito e arrestato dai carabinieri, un 36enne, è stato soccorso dai medici del 118 e accompagnato d'urgenza all'ospedale di Seriate, provincia di Bergamo. Sono tutti accusati di rissa, tentato omicidio e detenzione abusiva di pistole e oggetti atti a offendere.

Già il 9 maggio scorso un rom aveva sparato allo zio, senza tuttavia riuscire a ferirlo, e alla cugina, anche lei rimasta illesa.


Popolare

COLLEGARE