Barcellona, caccia a Younes: è lui l'autista del furgone

Altre quattro persone sono in arresto: Mohammed Aallaa (fratello di Said), Sahal el Karib e Driss Oukabir, che aveva denunciato il furto dei documenti usati per il noleggio dei furgoni; e infine Mohammed Houli Chemial, unico sopravvissuto dell'esplosione di Alcanar e che sarebbe collaborando con gli inquirenti.

Gigantesca caccia all'uomo in Spagna per rintracciare Younes Abouyaaquou, il marocchino di 22 anni che giovedì, alla guida di un furgone, ha travolto la folla sulla Rambla a Barcellona causando la morte di 13 persone. La donna, come altri famigliari dei terroristi uccisi o arrestati, ha partecipato ad una manifestazione a Ripoll nella quale hanno condannato gli attacchi ed espresso il loro dolore per le vittime. "Per tre giorni - prosegue ancora il quotidiano che cita una qualificata fonte di Intelligence - la collaborazione di Chemlal è stato uno dei segreti meglio custoditi dall'indagine".

Proprio questa mattina i media di tutto il mondo avevano diffuso le foto dell'uomo, mentre con gli occhiali da sole si allontanava dalla strage sulla Rambla a passo sostenuto, ma non veloce, per non dare troppo nell'occhio.

A questo punto l'intera cellula che ha colpito Barcellona sarebbe stata neutralizzata. Da lì il sospettato si sarebbe incamminato, secondo la polizia, verso la zona universitaria. "Abbiamo abbastanza elementi per potere collegare l'accoltellamento di San Just, dove è morto un abitante di Vilafranca, e l'attentato della Rambla", ha aggiunto Forn. La mente criminale, Abdelbaki Es Satty, Imam di Rippol, sarebbe però tra i corpi ritrovati in una villetta di Alcanar, provincia di Barcellona, esplosa la notte precedente l'attentato stesso. La polizia è intervenuta dopo che un cittadino aveva segnalato una persona sospetta che somigliava al terrorista in fuga. Secondo quanto riferisce Repubblica, "solo Mohamed sapeva chi e quanti uomini fossero all'interno di quella casa al momento dell'esplosione".


Popolare

COLLEGARE