A James Cameron "Wonder Woman" proprio non piace

Sorvolando su questo però, in occasione della versione rimasterizzata in 3D di Terminator 2, il regista si è espresso per quanto riguarda la pellicola di Wonder Woman, che è stata davvero una sorpresa per tutti.

Cameron ha poi proseguito "Essere attratti da una donna forte e indipendente ha il suo lato negativo proprio nel fatto che sono donne forti e indipendenti, non hanno alcun bisogno di te!" Tutto ciò traspare perfettamente nel film e, in diversi punti della pellicola, appare evidente che uno dei fili conduttori della trama sia appunto la legittimazione femminile nella società patriarcale degli anni della Prima Guerra Mondiale. "È un'icona oggettivata, ed è semplicemente la stessa solita solfa di una Hollywood maschilista!". Molti giornalisti, infatti, hanno criticato l'arroganza con cui Cameron identifica il vero femminismo con un suo personaggio. E per me i benefici di un personaggio come Sarah sono ovvi. "Sarah Connor non era una icona di bellezza".

La regista, infatti, ha recentemente retwittato il post di un'insegnante di asilo riguardo al cosiddetto Wonder Woman effect e la risonanza mediatica che questo sta avendo, soprattutto tra i più piccoli: la nota racconta di vari episodi successivi all'uscita del film, come quello di una bambina che ha chiesto di poter indossare la stessa armatura della protagonista per "essere pronta nel caso in cui dovesse salvare il mondo". Era forte, era incasinata, era una madre terribile e ha conquistato il rispetto del pubblico solo grazie alla sua grinta.

Ma le dichiarazioni di Cameron non sono passate inosservate, scatenando, al contrario, un polverone attorno alla vicenda. Credo che le donne possano, e dovrebbero, essere come i personaggi maschili. "Anche se è un grande regista, non è una donna". Ma se le donne devono essere sempre dure, toste e problematiche per essere forti, e non siamo libere di avere varie sfaccettature, o celebrare un'icona delle donne perché è attraente e capace di amare, allora non siamo andati molto lontano, non trovate? Non c'è un tipo giusto o sbagliato di donna potente.

Wonder Woman ha un critico di alto profilo: James Cameron. In particolare, le sue critiche sarebbero state rivolte al film rivelazione del 2017 "Wonder Woman", diretto da Patty Jenkins e che ha lanciato nel firmamento delle stelle la splendida Gal Gadot.

Voi che ne pensate?


Popolare

COLLEGARE