Wimbledon: Federer in semifinale

Il serbo ha ceduto a Berdych dopo il primo set, al termine del quale si è ritirato per un infortunio al gomito destro, il britannico ha perso invece al quinto set contro Querrey, giunto così alla prima semifinle in un grande slam. Il serbo non ha ancora perso un set nel torneo, anzi, finora non ha perso un set in tutta la stagione sull'erba, considerato che alla vigilia dei Championships si è imposto ad Eastbourne. "C'è una possibilità che i medici mi propongano di operarmi - ha dichiarato a fine partita il serbo - ma non credo che sia una buona soluzione". Così va il ceco in semifinale, dove incontrerà la sola certezza che mai delude le attese: Roger Federer è implacabile anche contro il finalista uscente Milos Raonic e in tre set (6-4, 6-2, 7-6 in poco meno di due ore di gioco), nel giorno della sua 100^ partita a Wimbledon, infligge una dura lezione al canadese, conquistando la dodicesima finale nell'appuntamento londinese e proseguendo la caccia al suo ottavo titolo. Il gomito di Djokovic aveva già dato qualche avvisaglia nel confronto con Mannarino, obbligandolo a farsi trattare un paio di volte, ma il successo comodo che gli aveva permesso di centrare i quarti senza cedere neanche un set aveva fatto sembrare poco grave il problema.

La situazione sembra più seria del previsto anche perché nessuno specialista è riuscito a fornirgli un quadro chiaro della situazione: "Se devo essere sincero, nessuno degli specialisti con cui ho parlato è stato chiaro".

LA CRONACA - Primo set molto equilibrato con entrambi i giocatori che non hanno concesso alcuna palla break, facendo del servizio il loro punto forte. Mi hanno indicato diagnosi e opzioni diverse, compreso l'intervento chirurgico. Oggi non era possibile fare di più.

Si arriva così al tiebreak, con l'ex numero 4 ATP che riesce a farlo suo per sette punti a due, giocando ottimamente in risposta e strappando tre volte il servizio a Djokovic. "Ora farò tutti i controlli del caso, poi valuteremo cosa fare".


Popolare

COLLEGARE