Situazione migranti, Di Maio oggi a Ventimiglia

Oggi l'onorevole Di Maio è tornato sull'argomento sostenendo che qualcuno volesse farlo passare per scemo "perché mi sono attaccato al telefono per provare a chiamare gli ambasciatori degli altri Paesi Ue chiedendo ai loro governi un aiuto per le nostre terre che bruciano".

E' stato il vertice Frontex di ieri a Varsavia, con le parole del suo direttore, Fabbriche Leggeri a sollevare il velo sotto cui negli ultimi due anni si erano annidate bugie ed omissioni da parte degli stati membri e dello stesso governo italiano: "ho sentito una richiesta italiana, ma non ho sentito Stati membri disponibili".

Ventimiglia - Il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio è arrivato al parco Roja che ospita circa 500 migranti. La Francia è l'unico paese confinante con l'Italia ad avere in dotazione gli aerei Canadair. "Ci ha confermato, dopo averlo chiarito anche in audizione al Parlamento Ue, che Triton, voluta da Renzi, prevede che tutti i migranti siano portati in Italia", aveva scritto poco prima su Facebook. "I rapporti con le ambasciate rientrano nelle prerogative di Vicepresidente della Camera, ma forse qualche giornalista non lo sa".

Nella mail di risposta si legge testualmente: "Come già detto al telefono, le confermo che l'ambasciata (francese) non ha ricevuto appelli o messaggi dal signor Di Maio".

Le telefonate di Di Maio, quindi, non c'entrano in realtà molto con l'arrivo dei canadair, dal momento che solo una richiesta ufficiale della Protezione civile italiana può garantire l'attivazione del Meccanismo europeo.


Popolare

COLLEGARE