Scuola, assunzione di ruolo per 51.773 docenti

Ci sarà infatti pure la possibilità di rafforzare le "soft skills", cioè la capacità di lavorare in gruppo, di gestire il proprio tempo, il problem solving e altre.

A tutto ciò va aggiunto, e qui sta la vera arma in più del progetto ideato da Cisco, l'attenzione per la formazione dei docenti, che così potranno trasmettere agli studenti più giovani modelli e logiche utili per il loro futuro professionale.

È on line la lista delle nuove assunzioni relative al personale docente della scuola. Sono 51.773 le immissioni in ruolo che dovranno essere fatte con decorrenza primo settembre.

Una prima parte del progetto ha l'obiettivo di preparare oltre 1.000 studenti alle professioni del futuro, attraverso la partecipazione a moduli di formazione da 20 ore disponibili nel programma Cisco Networking Academy. La formazione, che avverrà in orario scolastico e in modalità e-learning, sarà incentrata su vari temi: imprenditoria digitale, IoT, cybersecurity, IT Essential e networking. Due i progetti prevista Google: il corso di formazione "Eccellenze in Digitale" a disposizione per i programmi di alternanza scuola-lavoro a sostegno della digitalizzazione delle Pmi e "Computer Science First", piattaforma online per l'apprendimento del pensiero computazionale a disposizione di insegnanti e studenti. Questi ragazzi e ragazze vivranno alcune giornate in azienda presso le sedi Cisco di Roma e di Vimercate (Monza - Brianza), provando così gli strumenti utilizzati quotidianamente dai dipendenti della compagnia per collaborare e lavorare. Per promuovere l'attivazione delle iniziative, monitorarle e proporre opportuni adeguamenti è istituito un Comitato paritetico coordinato dal MIUR, che ogni anno predisporrà una relazione da inviare alla Direzione Generale per la valutazione del sistema nazionale di istruzione e a Cisco Italia - evidenziando le iniziative assunte, i punti forza e di criticità nell'attuazione del protocollo d'intesa, le eventuali modifiche o integrazioni che si rendano necessarie.

All'evento romano, presieduto dal ministro, hanno inoltre partecipato Antonello Giacomelli, sottosegretario al ministero per lo Sviluppo economico con delega alle Telecomunicazioni, che ha annunciato un "voucher" per gli istituti scolastici per garantire una connessione a 100 Megabit entro il 2020 a tutte le scuole italiane; Gaetano Manfredi, Presidente della Crui, la Conferenza dei rettori; Debora Serracchiani, Referente per l'Agenda Digitale per le Regioni; Anna Ascani, componente dell'Intergruppo per l'innovazione della Camera dei deputati; Agostino Santoni, Presidente di Assinform. Durante il percorso di formazione i ragazzi, divisi in 7 team, hanno creato una proposta di start-up digitale, che hanno poi presentato con un "pitch" a chiusura dell'iniziativa.

A seguito del protocollo di intesa, Cisco Italia è iscritta nel Registro Nazionale per l'Alternanza Scuola Lavoro, come previsto dalla normativa vigente.


Popolare

COLLEGARE