Rottamazione cartelle: attivo il servizio ContiTu

Un'inezia che spinge gli interessati e non solo loro a chiedersi se valesse la pena di sottoporsi a tutta la trafila: domanda; calcolo del dovuto; raccomandata di risposta; pagamento, e magari a rate. Grazie all'applicazione della definizione agevolata per le entrate non riscosse a seguito di ingiunzione fiscale (la cosiddetta "rottamazione cartelle"), il Comune di Cremona ha avuto una adesione all'istituto di 99 soggetti con una somma prevista da introitare pari a 210mila euro così ripartite: 93.500,00 euro provenienti da violazioni del Codice della Strada, 62.600,00 dall'IMU, 29.300,00 dall'ICI, 13.800,00 dalla COSAP, 9.100,00 TARI/TARSU e 1.700,00 da altre sanzioni e servizi. Che ha ben altra portata, in particolare a beneficio del bilancio pubblico.

Somme importanti ma su cui gli ottomila maxi-debitori, già da lunedì prossimo, potranno fare le proprie scelte sulla base delle proprie disponibilità economiche. Esistono anche 4.231 contribuenti che si sono visti presentare un conto finale che varia tra i 2 e i 10 euro.

I processi di reclutamento e selezione del personale dipendente dell'Agenzia delle entrate-Riscossione si realizzano nel rispetto dei principi di trasparenza, pubblicità e imparzialità relativamente ai rapporti di lavoro a tempo determinato e indeterminato da inquadrarsi nelle categorie delle Aree Professionali, dei Quadri Direttivi e dei Dirigenti, attraverso dei bandi di concorso.

Da ieri gli interessati possono accedere alla risposta del Fisco sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it compilando il form "Richiesta comunicazione" presente nella sezione dedicata alla "Definizione agevolata". Per leggere e stampare la lettera non serve più insomma il pin, come fino all'altro ieri. Il nuovo servizio consentirà al contribuente di valutare online gli importi complessivi e scegliere anche di non pagare tutte le cartelle. Nella comunicazione dell'Agenzia il contribuente potrà leggere se la sua domanda è stata accettata (potrebbe anche esserlo solo per una parte delle cartelle), quanto deve pagare una volta sottratti gli sconti su interessi e sanzioni e le modalità di pagamento secondo il numero di rate scelto.

Una volta verificate quali sono le cartelle rottamabili, si può decidere se aderire integralmente alla definizione agevolata o se rottamarne solo alcune, indicando quelle che si vogliono rottamare tramite il servizio ContiTu. La prima scadenza è fissata per il 31 luglio.


Popolare

COLLEGARE