Mps, Stato al 70%, esce entro il 2021

Entro il mese di luglio quindi il Tesoro procederà alla iniezione di 3,9 miliardi di euro nel capitale di Mps. Dopo l'accordo di massima sul piano di ristrutturazione trovato il primo giugno scorso, l'Ue ha approvato aiuti di Stato per 5,4 miliardi a favore della banca senese.

L'amministratore delegato di Mps incontrerà i sindacati mercoledì mattina a Milano, ma già mette le mani avanti: Nel piano di ristrutturazione di Mps "non sono previsti licenziamenti", dice Marco Morelli. Gli azionisti e i creditori subordinati di Mps hanno fornito un contributo pari a 4,3 miliardi di euro per limitare l'uso di denaro dei contribuenti, come previsto dalla normativa dell'Ue in materia di aiuti di Stato, secondo quanto riportato nel comunicato della Commissione.

Per l' Unione Europea "sussistono entrambe le condizioni per questo accordo: la Bce ha confermato che Mps è solvibile e soddisfa i requisiti patrimoniali, e l'Italia ha ottenuto un impegno formale da parte di investitori privati ad acquistare il portafoglio di npl", ovvero dei crediti deteriorati. "Per garantire la sua redditivita' a lungo termine, Mps riorientera' il suo modello di business e ripulira' il suo bilancio da oltre 26 miliardi di euro di crediti deteriorati", ha spiegato la commissaria alla Concorrenza, Margrethe Vestager.

(Teleborsa) - "E' un risultato estremamente importante per la banca e per l'intero sistema bancario italiano".

Mps entro la prima meta' del 2018 "cedera' 28 miliardi di sofferenze".

E Banca Intesa, che acquisirebbe le due venete al prezzo simbolico di un euro, oggi per bocca del presidente emerito Bazoli, parla di gravi conseguenze per l'economia nel caso non passasse il decreto, passaggio ineludibile, aveva detto pochi giorni fa l'Istituto all'operazione, che dunque potrebbe saltare.

Intanto Padoan continua a "pensare positivo" e a vedere il bicchiere mezzo pieno al punto da spingersi a dire che "se si proietta di qualche anno la situazione economica e la situazione specifica della banca, sono fiducioso che il denaro pubblico non solo sarà recuperato, ma darà anche un premio". Si può capire meno, però, per quale ragione a Siena, nonostante la nazionalizzazione (entro fine luglio il Tesoro salirà al 70% del capitale), resterà in carica l'attuale vertice della banca. Lo ha detto il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan parlando dell'intervento del Tesoro in Mps.


Popolare

COLLEGARE