MotoGP, Petrucci: vincere? ora sto cercando conferme

"E' indubbio che nelle ultime gare siamo stati competitivi costantemente e quello che ho fatto ad Assen a metà gara è stato davvero importante: sarebbe fantastico confermare anche qui domenica la nostra velocità". Aprilia mi ha fatto una grande offerta, e mi fa piacere ringraziarli, ma preferisco stare in una squadra competitiva in un team competitivo.

Così Petrucci dopo le qualifiche: "Mi hanno fregato ancora.Ho preso la Q2 con i denti, ho aspettato perché sul bagnato non si sa mai quale è il limite".

Petrux ha poi raccontato tutta la vicenda dal suo punto di vista, dal momento del doppiaggio fino alle scuse: "Mi è venuta a chiedere scusa tutta la squadra della Suzuki, è venuto anche Rins, che non aveva capito che lo stavo doppiando". Abbiamo trovato l'accordo e siamo molto felici.

La Ducati funziona bene anche nel kartodromo sassone ma qualche dubbio arriva dalle gomme. Il numero 9 della scuderia Octo Pramac Racing conquista il secondo posto in qualifica e rinnova il contratto con il team più che satellite Ducati. Lorenzo è un campionissimo, un cinque volte iridato: è giusto dargli tutto il credito che chiede. Forse mi mancava anche un po' di furbizia in alcuni frangenti, ma in MotoGP la moto conta tanto. Quella tedesca è una pista corta, tecnica e con forti cambi di pendenza, il portacolori Octo Pramac Racing potrà continuare con il passo da prime posizioni che sta tenendo dalla gara casalinga al Mugello. Sto continuando nella mia evoluzione di guida per adattarmi a questa moto, qualche differenza di assetto per migliorare i difetti, specie sull'anteriore. Sul bagnato, invece, non sono riuscito a essere subito esplosivo come mi accadeva in passato e non so perché. "Quest'anno quindi il primo obiettivo è finire la gara".


Popolare

COLLEGARE