Luna park mortale: 27enne cade da 20 metri e muore

Eppure la giovane mamma di 27 anni, poco dopo le 23 di ieri sera, è volata giù dalla "capsula gravitazionale" nel Luna Park a San Benedetto del Tronto: inutili i soccorsi, la ragazza è morta poco dopo la caduta per le gravi ferite riportate. Secondo gli inquirenti, non è escluso che la vittima abbia potuto sganciare da sola la cintura di sicurezza prima di precipitare nel vuoto. La Procura della Repubblica di Ascoli Piceno ha disposto l'immediato sequestro della giostra.

Tragedia al luna park di San Benedetto del Tronto, nelle Marche. Si stanno intanto facendo accertamenti per capire se lo Sling Shot era provvisto di tutte le autorizzazioni di legge e se tutte le parti - elastici, capsula, cinture e roll bar in particolare - erano stati regolarmente revisionati e collaudati. Un desiderio realizzato che per Francesca Galazzo, 27 anni, è stato fatale.

Con lei sulla giostra c'era una amica. Il vescovo di San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto, mons. Indagini in corso per ricostruire cosa non ha funzionato nel dispositivo di sicurezza.

Sul posto, oltre al personale del 118 che ha tentato invano di rianimare la donna, anche vigili del fuoco, polizia e carabinieri. Sul corpo della donna è stata disposta l'autopsia. "Quando la ruota è partita la ragazza aveva una gamba che usciva a penzoloni ed era sbilanciata da un lato - ha raccontato un testimone -". "Vogliamo che sia fatta giustizia e che si stabilisca se qualcuno ha colpa per la morte di mia figlia" ha dichiarato Tonino Galazzo, il padre della ragazza scomparsa. Da un primo esame del corpo, il medico legale Claudio Cacaci ha posto in evidenza diversi traumi, in particolare alla testa e alla schiena.


Popolare

COLLEGARE